Consigli per il primo viaggio in Egitto

Consigli per il primo viaggio in Egitto

 

L’Egitto è una delle mete più ambite quando si tratta di viaggi. Le destinazioni che comprende sono davvero molte, ma ci sono però alcuni punti in comune utili da conoscere per partire preparati.

Nel caso in cui ci si appresti a intraprendere il primo viaggio in Egitto, ecco alcuni preziosi consigli da tenere a mente per rendere la propria vacanza positivamente indimenticabile.

 

Visto e biglietti aerei per tempo

 

Sebbene l’emozione del last-minute sia allettante, per viaggi di questo tipo è sempre bene partire organizzati per tempo. Ciò significa, quindi, preparare tutti i documenti necessari come prima cosa. Per andare in Egitto dall’Italia è richiesto un visto elettronico che si può richiedere comodamente online, ed è fondamentale che il proprio passaporto sia valido dal momento dell’emissione del visto per almeno 8 mesi.

 

Per quanto riguarda i biglietti aerei, prenotandoli per tempo sarà possibile trovare prezzi più concorrenziali, e visti i tempi è consigliato provvedere ad eventuali assicurazioni di rimborso per annullamento voli o nel caso in cui ci sia necessità o desiderio di cambiare le date.

 

Clima e come vestirsi in Egitto

 

A seconda del periodo dell’anno in cui si visita l’Egitto, le temperature possono variare da un caldo opprimente a un discreto fresco, soprattutto nelle ore notturne, dove in generale l’escursione termica è sempre piuttosto elevata. Detto questo, la maggior parte dell’anno vi sono temperature calde con molta esposizione solare.

 

La propria valigia sarà perfetta se conterrà vestiti leggeri e traspiranti e qualche capo più pesante per sera e mattina presto, compresa una giacca a vento per quando c’è molto vento. È bene ricordare, inoltre, che l’Egitto è un paese prevalentemente musulmano e pertanto, in segno di rispetto di tale cultura, abiti lunghi e non troppo attillati sono certamente da preferirsi.

Per visitare i luoghi sacri l’ideale è avere con sé una pashimina, la quale tornerà utile anche nel deserto.

 

Per quanto concerne le calzature, un paio di sandali e un paio di scarpe da ginnastica sono sicuramente fondamentali, per il resto sarà a personale discrezione.

 

Acquistare e contrattare

 

È sempre bello acquistare souvenir e regali da portare a casa da un viaggio, ma non è altrettanto piacevole venir truffati quando lo si fa. Ecco perché è importante sapere cosa si sta acquistando e qual è un prezzo appropriato per la merce in questione. La buona notizia è che in Egitto la contrattazione è estremamente comune, per cui, con fermezza e gentilezza, non ci si dovrà lasciar intimidire da questa pratica.

 

Non tutto ciò che viene venduto in Egitto fa parte di questo luogo, così come succede anche in Italia. Per esempio, recandosi a Khan El Khalili – un mercato popolare al Cairo, sicuramente da visitare – saranno presenti anche molti ninnoli provenienti dalla Cina.

 

Molte delle truffe più comuni in Egitto sono quelle riguardanti l’oro: ci sono diversi negozi di gioielli e oreficeria, ma attenzione ai venditori. In tutti i casi, avere una guida che suggerisce i negozianti più sicuri e affidabili potrà fare la differenza, così come compiere ricerche appropriate prima di un acquisto e ponderare piuttosto che agire d’impulso.

 

Fermenti lattici a portata di mano

 

Come è giusto che sia, ogni paese ha i propri usi e costumi anche in fatto di cibo. In Egitto l’alimentazione tipica è ovviamente differente da quella italiana, e soprattutto all’inizio non devono essere una sospresa eventuali mal di pancia o gonfiori.

 

Per evitare, però, quanto più possibile il disagio e godersi la vacanza al meglio, è consigliato chiedere al proprio medico cosa poter assumere, e generalmente vengono suggeriti i fermenti lattici da iniziare prima della partenza, per rafforzare la flora batterica intestinale ed evitare spiacevoli sorprese.

 

Allo stesso tempo, evitare tassativamente l’acqua del rubinetto in Egitto, poiché questa non è ben filtrata. Persino il lavaggio dei denti, in alcune zone, sarebbe più opportuno eseguirlo con acqua in bottiglia.

 

Oggetti da non dimenticare

 

Ci sono alcune cose essenziali da avere con sé, che potranno fare la differenza. Scontata ma non troppo è una buona protezione solare, poiché il sole è cocente in Egitto e quasi sempre esposto. Anche un cappello aiuterà di certo in tal senso.

 

Inoltre, possono essere utilissimi un gel per le mani e fazzoletti o salviette anche per recarsi alle toilette, dal momento che non in tutti i luoghi c’è il giusto rifornimento di carta igienica o per le mani e sapone. 

 

Per finire, una borraccia, nonostante come detto poco fa sia necessario riempirla con acqua in bottiglia e non presa dal rubinetto, sia anche quello del proprio hotel, ma indubbiamente la borraccia terrà l’acqua più fresca rispetto a una bottiglia in vetro o plastica.

 

Per concludere

 

Viaggiare in Egitto può essere una delle esperienze più belle della vita, ed è quindi ottimo partire con le giuste raccomandazioni. Seguire i consigli contenuti in questo articolo è un ottimo inizio per rendere piacevole il proprio viaggio.

Consigli per il primo viaggio in Egitto

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...