Pesaro, “Ci sto? Affare fatica” dal 21 giugno l’iniziativa di cittadinanza attiva per i giovani dai 16 ai 21 anni

I partecipanti si occuperanno della cura e valorizzazione di bene e spazi della città; ogni settimana saranno premiati con Buoni fatica da 50€. Aperte le iscrizioni su Cistoaffarefatica.it

Pesaro, chiamata a raccolta per partecipare al progetto estivo “Ci Sto? Affare Fatica! – Facciamo il bene comune” rivolto ai ragazzi di età compresa tra i 16 e i 21 anni. L’iniziativa, a cui partecipa per il secondo anno il Comune di Pesaro, raggrupperà i giovani in squadre e assegnerà a ciascun gruppo incarichi di cura e valorizzazione di beni e spazi pubblici della città. Premio settimanale saranno “Buoni fatica” da 50 euro.

 

«Sarà un modo, per i partecipanti, di conoscere meglio la città – precisa l’assessore alla Coesione e al Benessere Mila Della Dora -, viversela in un modo nuovo e, di conseguenza, sentirsi “veri abitanti”. È così che si creano i cittadini del domani, quelli pronti a diventare attori del cambiamento per rendere lo spazio in cui vivono sempre più bello».

 

L’incentivo immediato che riceveranno i giovani saranno i “Buoni fatica” del valore di 50 euro, per ciascuna settimana, «spendibili in abbigliamento, spese alimentari, libri scolastici e di lettura, sport e tempo libero, materiale informatico, negli esercizi commerciali della città convenzionati col progetto».

 

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Per partecipare alle iniziative, che si svolgeranno nei quartieri 12, 4, 8, 9, 5, i giovani residenti nel territorio comunale possono iscriversi sul portale online. Una volta accettata la candidatura, a partire dal 21 giugno per 5 settimane, saranno suddivisi in team. A ciascun gruppo sarà assegnato un giovane tutor e un handyman, un volontario adulto con competenze artigianali. Ognuno sarà impegnato a moduli settimanali (una o più settimane a scelta) dal lunedì al venerdì con orario 8:30/12:30, e affronterà le mansioni assegnate, che si svolgeranno prevalentemente all’aria aperta e nel rispetto delle misure per la sicurezza sanitaria anti Covid.

 

Il percorso racchiude in sé più temi: lo scambio intergenerazionale; il valore della fatica profusa e il suo riconoscimento; un investimento educativo sul tempo estivo; la dimensione del gruppo, con attività importanti, che mettono al centro le relazioni tra pari, affiancati da adulti; la cura e la tutela dei beni comuni, educando le giovani generazioni a un processo virtuoso di custodia del proprio territorio, fornendo loro l’occasione di sentirsene responsabili.

 

Lo scopo è «riempire di significato l’estate dei ragazzi», esperienza che sarà raccontata attraverso la pagina Facebook e il profilo Instagram Cistoaffarefatica.

 

L’iniziativa “Ci Sto? Affare Fatica! – Facciamo il bene comune” è finanziata dalla Regione Marche e coordinata dal CSV Marche.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...