MILANO: AL CINEMA ODEON BAGNO DI FOLLA PER L’ANTEPRIMA GUALTIERO MARCHESI – THE GREAT ITALIAN

1.169

Milano, 22 marzo 2018. Così come aveva programmato il Maestro Marchesi prima della scomparsa, lunedì 19 marzo, sua data di nascita, è stato proiettato in anteprima a Milano, presso il Cinema Odeon di Via Santa Radegonda 8 il film documentario “Gualtiero Marchesi The Great Italian”.

Diretto dal regista Maurizio Gigola, il film che racconta il più grande protagonista della cucina del nostro Paese è stato realizzato grazie al sostegno di Cantine Ferrari, illycaffè, Parmigiano Reggiano e S.Pellegrino. Quattro marchi di eccellenza dell’enogastronomia Made in Italy hanno deciso di collaborare aderendo a questo progetto quale tributo a un “grande italiano”.

Si tratta di un’opera che non celebra soltanto Marchesi, ma tutta la cultura enogastronomica – sottolineano i vertici della Fondazione Gualtiero Marchesi, ente che prosegue il lavoro iniziato dal Maestro ed ha l’arduo compito di onorare e difendere la sua figura – nell’anno del Cibo Italiano il Ministro Maurizio Martina ha voluto dedicare proprio allo chef “che ha incarnato davvero i valori di un patrimonio unico facendoli conoscere a livello internazionale” una serie di iniziative.

Il docufilm della durata di 80 minuti ripercorre la storia dell’inventare della presente cucina italiana, una vita che parte dagli anni ’30, quelli dell’Albergo Mercato di Milano gestito dalla sua famiglia e delle fughe a San Zenone, suo luogo di origine, e poi gli anni in giro per il mondo, in particolare in Francia, nel periodo del suo apprendistato. Infine, il ritorno a Milano negli anni ’70 e la nascita del suo leggendario ristorante, in via Bonvesin de la Riva, il primo nel nostro Paese ad ottenere nel 1985, le tre stelle Michelin.

Gualtiero Marchesi, un grande uomo che ha saputo rivoluzionare la cucina italiana di eccellenza che oggi è sempre più apprezzata a livello internazionale, contornato da realtà imprenditoriali d’eccellenza come Cantine Ferrari, illycaffè, Parmigiano Reggiano e S.Pellegrino che hanno sempre lavorato al suo fianco.

Legati alla figura di Marchesi ci sono i grandi cuochi francesi Pierre e Michel Troisgros, Alain Ducasse, Marc Haeberlin e Yannick Alleno, ma anche i cuochi italiani della nuova generazione. Dai suoi insegnamenti (come allievi o fonte di ispirazione) troviamo nomi come Andrea Berton, Massimo Bottura, Simone Cantafio, Daniel Canzian, Carlo Cracco, Enrico Crippa, Alfio Ghezzi, Ernst Knam, Pietro Leeman, Paolo Lopriore, Davide Oldani, senza dimenticare personaggi storici della ristorazione italiana, da Giorgio Pinchiorri ad Arrigo Cipriani, da Antonio Santini a Carlo Petrini, a Eugenio Medagliani.

“Ho ammirato la sua cultura e la sua creatività ed è stato emozionante poterlo accompagnare alla scoperta della nostra cantina, a Villa Margon, nel cuore dei vigneti Ferrari, e alla Locanda Margon” afferma il suo discepolo Alfio Ghezzi. “Porterò sempre con me il ricordo di questi bei momenti passati insieme” ricorda Matteo Lunelli, Presidente delle Cantine Ferrari.

Ad ogni nostro incontro Gualtiero amava ricordare una frase che mio padre Ernesto gli aveva detto: ‘I cuochi sono i chimici dell’intuizione’. L’aveva fatta sua, perché in effetti era insieme un artista, uno scienziato e soprattutto un amante del bello e del buono, come dimostrano i piatti e gli insegnamenti che ci ha lasciato. E che custodiremo per sempre”, ricorda Andrea Illy, Presidente illycaffè.

All’anteprima nazionale di Milano ha fatto seguito nelle giornate del 20 e 21 marzo la proiezione in 15 regioni, grazie alla collaborazione con il circuito The Space, UCI Cinemas e privati che hanno permesso di proiettare l’opera in centinaia di sale.

La serata evento di Milano sarà replicata in tutto il mondo con il roadshow “Un grande evento in memora di un grande uomo” che farà tappa in Europa nel mese di settembre 2018, si sposterà in America nel mese di ottobre e raggiungerà l’Asia in novembre.

 

Articolo di Settimio Martire

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...