“Le Iene”, domani il reportage di Joe Bastianich dal confine tra Polonia e Ucraina

In prima serata, nuovo appuntamento con “Le Iene”, lo show condotto da Belèn Rodriguez e Teo Mammucari

“Le Iene”, domani il reportage di Joe Bastianich dal confine tra Polonia e Ucraina.

Domani, mercoledì 2 marzo, in prima serata su Italia 1, nuovo appuntamento con “Le Iene”, lo show condotto da Belèn Rodriguez e Teo Mammucari. Con loro sul palco anche i due comici Max Angioni ed Eleazaro Rossi. Tra gli ospiti in studio Anna Safroncik, Carolina Crescentini e Dargen D’amico.

Nella puntata il reportage di Joe Bastianich dal confine tra Polonia e Ucraina racconta le conseguenze di una quotidianità ormai stravolta a causa della guerra esplosa nel cuore dell’Europa: la fuga dalle bombe, lo smarrimento, la disperazione, la fame e il freddo soprattutto di mamme e bambini che chiedono, oggi più che mai, tutto l’aiuto possibile.

Il servizio di Giulio Golia è sulle ripercussioni dell’invasione russa sulle imprese, a cominciare dall’aumento del prezzo del grano e del gas, con il relativo impatto sui costi al dettaglio. L’inviato raccoglie le testimonianze-sfogo di due grandi pastifici che hanno gli stabilimenti rispettivamente in Campania e in Puglia. Qui i proprietari spiegano cosa accade alla filiera produttiva: a causa della diminuzione della disponibilità delle materie prime e dell’aumento vertiginoso dei prezzi di gas ed energia, i costi si alzano causando un rincaro delle merci che gravano sulla spesa del consumatore. Nel servizio anche il racconto di un produttore di funghi che, nell’ultima settimana, per via dei blocchi dei trasporti, ha perso 80 mila euro e quello di un allevatore che, per lo stesso motivo, è rimasto senza mangimi per più di una settimana. Infine, i commenti di un esperto sul tema, il responsabile economico di Coldiretti Lorenzo Bazzana.

Matteo Viviani fornisce un approfondimento sul fotovoltaico, sulla sostenibilità ambientale e sull’ipotesi di tornare alle centrali a carbone.

Nell’inchiesta di Roberta Rei sulle carceri russe i video di Sergei Savelyev, un giovane bielorusso, oggi attivista, che in carcere, durante i suoi 7 anni di detenzione, ha assistito a torture inimmaginabili. Negli ultimi due anni in cui era all’interno della struttura detentiva ha raccolto più di mille immagini di stupri, pestaggi e umiliazioni, eseguiti da funzionari dell’amministrazione penitenziaria. L’inviata lo incontra in una località sicura, dove il giovane ha fatto domanda di asilo, dopo essere scappato dalla Russia.

Nicolò De Devitiis è con Franco Gioia & Duracell per incontrare Gianni Celeste, il cantante neomelodico napoletano che nel 1988 ha scritto un brano diventato oggi un tormentone da milioni di condivisioni. Il “povero gabbiano che ha perduto la compagna” rimbalza infatti da 10 giorni sui social, grazie a un video in cui il duo canoro palermitano reinterpreta una strofa del brano. Nel servizio in onda una corale di tanti big della musica italiana che hanno partecipato alla creazione di una nuova versione, il cui devoluto sarà donato a un’associazione che protegge i volatili.

Protagonista dell’intervista singola è la giovanissima cantautrice Ariete, che con il suo primo album Specchio, uscito da pochi giorni, è già tra le artiste più amate dalla generazione Z.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...