ENPA Milano, nel 2016 soccorsi migliaia di animali

30

Come ogni inizio d’anno che si rispetti, per molte associazioni in gennaio è d’obbligo fare il bilancio operativo dell’anno appena trascorso. L’Ente Nazionale Protezione Animali – sezione provinciale di Milano, nonostante le ristrettezze economiche, nel 2016 ha registrato una “buona annata” per gli animali in difficoltà, visto che ne sono stati salvati un gran numero.
Nel dettaglio fa sapere l’ENPA che sono stati ben 2487 gli animali soccorsi, a fronte di 499 interventi con ambulanza e 1988 animali consegnati direttamente ai cittadini. Con questi numeri si sintetizza l’enorme mole di lavoro che quotidianamente, con passione e impegno, svolgono i volontari del centro ENPA, e sul sito internet dedicato (www.enpamilano.org) sono presenti video e immagini che documentano i momenti emozionanti dei salvataggi, come ad esempio il caso dei due caprioli, salvati,in collaborazione con i Vigili del Fuoco, in due diversi episodi lungo il Naviglio, oppure le anatre che hanno nidificato nei posti più impensabili con serie conseguenze per i piccoli anatroccoli.
Nel 2016 non sono mancati anche casi più “singolari” come quello che ha interessato il recupero di una iguana, di una tartaruga azzannatrice, per non parlare dei serpenti esotici abbandonati per le strade milanesi: sono stati salvati un pitone reale, un elaphe guttata ed un king snake per la precisione. E l’elenco degli animali salvati continua con specie e razze di tutti i tipi.
“Oltre alle attività di soccorso ad animali feriti e in difficoltà svolte dai nostri operatori e dai nostri veterinari” – ha commentato Ermanno Giudici Presidente di ENPA Milano – “ci preme sottolineare ancora una volta il costante impegno in tema di vigilanza e controllo sui casi di maltrattamento agli animali da parte delle nostre guardie zoofile e le attività svolte in collaborazione costante con le forze dell’ordine, gli enti pubblici e le ATS durante tutto l’anno”.
E con l’arrivo delle prime nevi e del gelo, l’ENPA lancia un appello corale rivolto a tutti: “Facciamo un particolare appello a tutti i cittadini per l’arrivo e la previsione, secondo i meteorologi, della persistenza prolungata di temperature così basse e, forse, anche di neve per i prossimi giorni: per poter aiutare la fauna selvatica e soprattutto i piccoli uccelli, dovremmo cercare tutti di predisporre sui propri balconi, terrazzi, davanzali o giardini, dei punti di ristoro, piccole mangiatoie, dove posizionare noci, nocciole, margarina impastata con semi, frutta molto matura, frutta secca, bacche e semi di vario tipo oltre a piccole ciotole con acqua da tenere sempre monitorata perché non congeli. Soltanto con una distribuzione capillare e quindi con l’impegno da parte di tutti i cittadini, possiamo davvero aiutare gli animali a superare questo periodo così difficile!

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...