Diurno Venezia: luogo di dialogo tra diverse anime della città

16

Milano 22 gennaio 2017 – A partire da lunedì 23 gennaio attraverso il sito faiprenotazioni.it sarà possibile prenotare la propria visita all’Albergo Diurno Venezia, durante l’apertura straordinaria prevista per il 4 febbraio.
L’Albergo Diurno Venezia, testimone di costume con “le maschiette”, una rivoluzione della moda degli anni ’20 che verrà spiegata dai volontari FAI – Delegazione di Milano, torna ad essere fruibile al pubblico dopo l’allestimento del GRANDE PRESEPE METROPOLITANO, durante particolari giornate di apertura rese possibili attraverso il progetto FAI – Albergo Diurno Venezia.

Un progetto promosso appunto dal Fondo Ambiente Italia attraverso il lavoro dei suoi volontari che hanno dato nuova linfa a questo luogo di inestimabile valore culturale, a 91 anni dalla sua inaugurazione (avvenuta il 18 gennaio 1926).
Dopo aver fatto incetta di prenotazioni per le aperture del 14 e 28 gennaio 2017, il FAI – Delegazione di Milano apre nuovamente in via straordinaria l’Albergo Diurno Metropolitano situato sotto il livello stradale di Piazza Oberdan.
Con orari di apertura dalle 10 alle 18 (ed ultimo ingresso alle 17.50) l’apertura straordinaria del Diurno permette di scoprire sia l’ambiente termale che la funzione urbana e nevralgica della struttura, come punto di incontro ed interscambio tra diversi contesti sociali, collocato nel sottosuolo di Piazza Oberdan per creare quell’intimità defatigante e favorevole al dialogo.
La collocazione del “Diurno Venezia” infatti tuttora è da considerarsi nevralgica, da un lato Corso Venezia con i suoi ricchi palazzi nobiliari, e dall’altra Corso Buenos Aires con gli esercizi commerciali e le abitazioni popolari. Il tutto vicino a Piazza della Repubblica dove inizialmente sorgeva la Stazione Centrale (inaugurata nel 1864 e chiusa nel 1931). Un luogo quindi adatto ai viaggiatori ed ai milanesi: ”Oltre ai canali a cielo aperto gli unici bagni esistenti a Milano erano privati ed inaccessibili al pubblico meno abbiente per le tariffe troppo elevate”.

Apertura prenotazioni da lunedì 23 gennaio su faiprenotazioni.it

Articolo di Settimio Martire

Commenti
Loading...