Vimodrone, il Sindaco Dario Veneroni si ricandida nel ruolo di primo cittadino, sostenuto anche dal Movimento 5 Stelle

Durante la conferenza stampa il Sindaco ha ribadito gli obiettivi da completare verso la città, insieme all’ulteriore aiuto de Il Ponte, Vimodrone Futura e Vimodrone Sei Tu

Vimodrone, il Sindaco Dario Veneroni si ricandida nel ruolo di primo cittadino, sostenuto anche dal Movimento 5 Stelle.

Ancora una volta, Dario Veneroni, attuale sindaco della città di Vimodrone, si candida alle elezioni amministrative che lo vedranno coinvolto nel ricoprire il ruolo del primo cittadino.
Prima di tutto il Sindaco ha ringraziato i suoi sostenitori senza i quali avrebbe affrontato un percorso alla cieca, puntando sulla solidarietà e sulla democrazia che si è formata, affermando: “Ringrazio la mia forza politica, il Partito Democratico e le liste che per ora hanno deciso di sostenermi, per il modo consapevole e libero in cui è maturata la scelta di invitarmi a continuare “l’avventura” amministrativa: scelta nata all’interno di quello che mi piace definire come un vero e proprio laboratorio democratico, perché insieme si è giunti a definire quelle che si ritenevano e si ritengono le caratteristiche del candidato sindaco per le prossime elezioni amministrative.
Sono orgoglioso dell’invito che mi è stato fatto, anche se non nascondo che mi ha creato un travaglio interiore causato sia dalle responsabilità che questo incarico comporta, sia dalle competenze tecniche, che certamente ho costruito in questi anni, ma che sento ancora di dover consolidare.”
Attraverso questa conferenza stampa il Sindaco si presenta alla città con lo scopo di evidenziare il modo in cui è convinto si debba intendere la politica e l’impegno amministrativo.
“Molti, in questi giorni, mi hanno chiesto le ragioni della mia candidatura.” Continua il Sindaco, “Non sono un professionista della politica, anche se posso vantare una lunga e importante esperienza amministrativa, da cittadino, naturalmente, ho sempre partecipato alla vita di questa comunità.
Perché, allora, la decisione di accettare questo ulteriore impegno diretto, in prima persona?
A livello emozionale ha pesato molto il debito di riconoscenza che ho maturato nei confronti di questa città, che mi ha visto crescere, mi ha dato la possibilità di studiare, di formare una famiglia, di avviare un’attività professionale ricca di soddisfazioni, soprattutto di vivere in una città dignitosa, laboriosa, tranquilla, solidale.
A livello più meditato, mi ha spinto ad accettare questa sfida la consapevolezza che la nostra città sta cambiando profondamente ed è dovere di ognuno di noi adoperarsi perché il cambiamento si traduca in un miglioramento delle condizioni di vita e delle prospettive per tutte e tutti.. Nel mio modo di pormi e di fare politica ricorrono spesso parole come solidarietà, sicurezza e autotutela sociale, partecipazione, coesione sociale. Sono valori che dobbiamo rafforzare, abbandonando egoismi, personalismi e contrapposizioni sterili.”
Vimodrone ha ormai abbandonato la condizione di piccolo paese e si avvia verso una nuova stagione della sua vita, che sarà quella di una città medio-piccola, dove debbono integrarsi qualità del lavoro e condizioni di vita, offerta ambientale e servizi avanzati tipici della città moderna. Solo così si potranno rilanciare e rafforzare, in termini nuovi, il ruolo e la funzione di Vimodrone, nel contesto di Città metropolitana Milano, cioè della densa conurbazione metropolitana dell’hinterland milanese.
“Questi anni di impegno amministrativo, come sono solito affermare, sono stati per me formativi, hanno contribuito a modellare la mia persona e ad educare il mio carattere, grazie ad un esercizio continuo di un metodo democratico messo in campo a tutti i livelli dell’attività politico-amministrativa, fatto di ascolto, di incontri e relazioni costruttive ed appaganti.
Per questo sono grato a quanti hanno vissuto con me questo mio percorso che, prima di essere politico, è stato un pezzo significativo di vita, dunque grazie a quanti hanno condiviso con me in questi anni la soddisfazione di impegnarsi per la propria città con dedizione, determinazione ed entusiasmo.
Il mio ringraziamento, – conclude il Sindaco – , va a ciascuno di loro perché ognuno di loro ha contribuito a formare quella persona che io sono oggi, grazie a loro ho potuto sperimentare la forza di un gruppo che lavora insieme e si confronta in continuazione e al tempo stesso il piacere di incontrare persone sintonizzate sugli stessi ideali e orientate sempre al bene comune, con le quali è stato entusiasmante e soprattutto possibile realizzare il programma del mandato 2017-2022.”

A sostegno della ricandidatura del Sindaco troviamo Il Ponte, la lista civica di più recente formazione, fra le partecipanti a questa coalizione: il suo percorso è iniziato 5 anni fa, proprio a sostegno della candidatura a Sindaco di Dario Veneroni, nel 2017. È una lista formata da persone che hanno uno stretto rapporto con varie fasce della cittadinanza vimodronese, rapporto radicato in particolare nell’associazionismo e nel volontariato della nostra città.
Durante la conferenza stampa, la capogruppo de “Il Ponte” è intervenuta spiegando: “Di questi cittadini siamo fieri di aver conquistato la fiducia e vogliamo continuare a meritarne il sostegno. In questi cinque anni di amministrazione, il Ponte ha dimostrato serietà, continuità nell’impegno, spirito costruttivo e competenza nelle materie in cui si è cimentato. È nostra intenzione continuare a metterci a servizio dei cittadini di Vimodrone, mantenendo il dialogo costante con loro per portare avanti quanto iniziato ma anche nuove proposte, scelte di ampio respiro, prospettiche, ed azioni concrete che rendano migliore la qualità della vita del nostro territorio. Dal sostegno al welfare, all’istruzione, alla cura del territorio e sicurezza, fino all’incentivazione dello sport e della cultura e tempo libero, sappiamo di avere ottime
risorse per poter dare il nostro contributo per rendere migliore Vimodrone. Per questo, siamo felici di confermare il nostro impegno, sostenendo la candidatura Veneroni anche per questa tornata elettorale.”

La novità di queste nuove elezioni è la partecipazione e il sostegno del Movimento 5 Stelle, che sosterrà il Sindaco al fine di ricoprire il ruolo da loro sostenuto.
“Insieme abbiamo deciso di avviare un percorso che ha portato prima al confronto, quindi alla condivisione.” Dichiara Silvana Brondoni, capogruppo e portavoce del Movimento 5 Stelle di Vimodrone. “Consapevoli di come, anche nel rispetto, e perché no, talvolta nell’esaltazione delle reciproche differenze, si possa rappresentare l’uno il valore aggiunto dell’altro finalizzato al buon governo della città.
Le rispettive proposte e i rispettivi programmi hanno quindi potuto arricchirsi vicendevolmente, attraverso una serie di progetti che andranno ad impegnare l’amministrazione cittadina per l’intera durata del prossimo mandato. Un’offerta politica pensata su misura sulle esigenze e sulle legittime aspettative dei cittadini di Vimodrone, attraverso la quale sviluppare azioni orientate al miglioramento della qualità di vita e al benessere collettivo. Siamo convinti, ricambiati, che in questo programma le idee del Movimento Cinque Stelle potranno incidere in maniera concreta, contribuendo quindi alla realizzazione dei progetti che oggi la coalizione andrà a presentare”

Affianco al Sindaco troviamo anche Vimodrone Futura, rappresentata dall’Assessore Marco Albertini che è intervenuto chiarendo ulteriormente le motivazione a supporto della candidatura di Dario Veneroni.
Infatti l’Assessore Marco Albertini ha dichiarato: “Spiegare le motivazioni della nostra scelta di sostenere Veneroni e la coalizione è molto facile perché è stato frutto di un pensiero lungo e di diversi confronti. Abbiamo lavorato partendo da un’analisi del contesto per poter prendere una scelta che noi riteniamo responsabile e intelligente per quella che è la nostra veduta di Vimodrone. Ci è sembrato naturale compierla per tre motivi.
Il primo è quello relativo ai risultati raggiunti in questi 4 anni e mezzo. Ad esempio nella mia azione da Assessore all’istruzione abbiamo lavorato insieme per portare a casa diversi obiettivi e un’offerta più ampia possibile dal punto di vista formativo ed educativo, nonostante il periodo difficile. E proprio in questo periodo di emergenza, che ha sconvolto tutti e che nessuno era pronto ad affrontare, il modo in cui l’amministrazione si è mossa per farvi fronte ci ha distinti rispetto al contesto delle amministrazioni comunali attorno. Grazie al lavoro della giunta e del Sindaco abbiamo creato opportunità e vicinanza ai cittadini, grazie anche ai volontari, mostrando una forte capacità di resilienza e attenzione sul territorio. Questi quattro anni e mezzo hanno portato a un bilancio positivo del lavoro svolto raggiungendo gli obiettivi delineati dalle linee programmatiche di inizio mandato presentate nel 2017.
Il secondo punto è quello della continuità, da interpretare non come riconferma o staticità, ma nella sua accezione di movimento continuo. Noi ci troveremo di fronte a una nuova fase, il periodo post pandemico è da disegnare e occorre portare progetti e idee. Per iniziare a lavorare su questo terreno è necessario che sia pronto, sia arato. È necessario che esista un prato fertile e questa coalizione rappresenta questo. Scegliere una continuità come elemento fondamentale per portare innovazione, base per creare qualcosa di nuovo. Che ci siano persone competenti che sappiano quello che si deve fare e che abbiano predisposto un lavoro e un progetto di idee comuni come quello che elaboreremo in questo periodo.
Terzo punto, il più semplice, rappresenta il fatto che queste forze politiche rappresentano quelle che in questi cinque anni hanno lavorato per il bene della comunità di Vimodrone, che sanno quello di cui si sta parlando, che sono stati attivi in Consiglio Comunale, che hanno fatto proposte, anche da punti di vista differenti.
È quindi naturale continuare a lavorare con loro per offrire veramente delle novità e un’occasione di ripartenza post pandemica innovativa e responsabile e intelligente per la cittadinanza.”

Infine, Vimodrone Sei Tu completa gli interventi con un pensiero del capogruppo Francesco de Bartolomeo: “Vorrei poter esprimere il mio pensiero da cittadino, come rappresentante civico, che mi ha portato in questi cinque a capire come funziona il sistema di come si può governare un paese. In questi 5 anni ho visto una coalizione che ha espresso il meglio di se stessa, soprattutto per le cose realizzate recentemente e che si vedono per il paese. Ringrazio Dario per la sua rinnovata candidatura e tutte quelle persone civiche che si impegneranno per sostenerla. Sarà fondamentale allargare la partecipazione a tutti i cittadini che vorranno dare un contributo di idee per il futuro di Vimodrone, anche a quelli che in questo momento non sosterrebbero la candidatura di Dario Veneroni.”

In conclusione di quanto è avvenuto, il Sindaco si presenterà alle elezioni con un un centrosinistra “allargato” in cui si potrà trovare il pieno appoggio ai cittadini nei bisogni, mantenendo la verità politica che lo contraddistingue e proseguendo con impegno nelle mansioni amministrative.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...