Vicenza, piazzale De Gasperi si fa bello, sarà la nuova porta di accesso a Campo Marzo

Il Sindaco Rucco: “Entro il 2023 al via i lavori per rigenerare tutta l’area e restituirla ai cittadini”

Vicenza, questa mattina la giunta ha approvato il progetto definitivo di riqualificazione, per un investimento di 1 milione di euro, di piazzale De Gasperi che rientra nell’ambito del più complessivo piano di rigenerazione urbana di Campo Marzo e zone limitrofe, da attuarsi per successivi stralci.

A darne l’annuncio questa mattina è stato il sindaco Francesco Rucco con il vicesindaco con delega alla mobilità Matteo Celebron.

“La giunta ha approvato la progettazione definitiva per poter accendere il mutuo per realizzare la nuova piazza de Gasperi – ha spiegato il sindaco Francesco Rucco –: si tratta di un progetto di riqualificazione più ampio, verso Campo Marzo, e che vuole rigenerare tutta l’area tra il centro storico e la stazione, progetto con il quale, tra l’altro, abbiamo partecipato ad un bando ministeriale di finanziamento. Con questo intervento vogliamo che i vicentini riprendano possesso della zona facendola rivivere come un luogo della città. Sarà realizzata, infatti, una lunga passeggiata che da corso Palladio passerà attraverso la nuova piazza e quindi Campo Marzo ed Eretenio fino a Monte Berico. Un’importante opera di riqualificazione sulla quale stiamo investendo e che prenderà forma a partire dal 2023”.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

“La riqualificazione di piazzale De Gasperi – ha precisato il vicesindaco con delega alla mobilità Matteo Celebron – è il primo tassello strategico per operare un intervento di ricucitura che parte dalla stazione, attraversa viale Roma fino ad arrivare al corso Palladio. Con questo intervento andremo ad aumentare gli spazi urbani dedicati alla pedonalità estendendo così l’attuale perimetro del centro storico”.

Si amplia l’area pedonale della città, che allunga la passeggiata da corso Palladio a piazzale Castello e, attraverso la porta, a corso San Felice e Fortunato , valorizzando lo spazio di fronte all’arco di accesso al Giardino Salvi e riordinando lo slargo esistente ad ovest della porta, oggi di transito automobilistico. Viene inoltre valutata l’estensione della zona a traffico limitato.

Saranno messi a dimora nuovi alberi, e, nello specifico aceri rossi, che richiamano quelli in viale Dalmazia, con la posa di nuove sedute così da creare uno spazio ombreggiato per la sosta.

La nuova piazza sarà realizzata con lastre di porfido come prescritto dalla Soprintendenza, in continuità con i materiali e le tipologie nelle aree adiacenti e con un recupero parziale dei cubetti di porfido esistente.

La pavimentazione sarà solcata da una linea bianca, in pietra vicentina, a richiamo del sedime vecchia Seriola, e da un’altra linea bianca che accompagna, idealmente, il pedone da Campo Marzo e dalla stazione, su viale Roma fino alla porta della città storica. Inoltre, saranno realizzate tracce a terra delle fondazioni dell’arco del Revese, a recuperare questo importante “segno” urbano.
Per quanto riguarda l’area carrabile, il manto stradale sarà allo stesso livello della piazza e con cromie omogenee a quella della pavimentazione pedonale in modo da creare una continuità allo spazio urbano.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...