Vicenza, Campo Marzo: al via la messa a dimora di 100 nuove piante

Vicenza, Campo Marzo: al via la messa a dimora di 100 nuove piante.

Ha preso il via questa mattina l’intervento di messa a dimora di 100 nuove piante a Campo Marzo per un investimento di 90 mila euro. In occasione della piantumazione erano presenti il sindaco Francesco Rucco, l’assessore al verde pubblico Mattia Ierardi e il progettista dello studio Progea, Cesare Cariolato. Si tratta del completamento dell’opera di sostituzione di 164 aceri esistenti, arrivati a fine ciclo vitale o malati, lungo viale Dalmazia, iniziata nei primi mesi del 2021.

Nello specifico, 100 esemplari di acero platanoide verranno sostituiti con piante di celtis australis, detti bagolari: si tratta di piante monumentali, in grado di raggiungere un’altezza di 20-25 metri, più adatte al luogo e ai sempre più frequenti cambiamenti climatici, con un maggiore sviluppo dimensionale. Con il primo stralcio erano già state sostituite 64 piante.

Per riqualificare spesso è indispensabile compiere delle azione dolorose, in questo caso il taglio di piante, seppur malate o a fine ciclo vitale, sapendo però che il risultato finale sarà certo migliore e soprattutto duraturo – spiega il sindaco Francesco Rucco -. Inoltre in questi giorni stiamo completando la sostituzione delle lampade a led per una maggior illuminazione e quindi sicurezza. La fase di rigenerazione urbana di Campo Marzo si può dire definitivamente avviata, visto che è in corso anche la definizione del progetto esecutivo della riqualificazione di piazzale De Gasperi, attività finanziata grazie alla recente comunicazione del Governo relativa ai progetti di rigenerazione urbana attraverso il Pnrr”.

Prosegue l’attività di sostituzione di due terzi delle piante lungo viale Dalmazia, a Campo Marzo – precisa l’assessore al verde pubblico Mattia Ierardi -. Con questo intervento, relativo al secondo e ultimo lotto, completiamo definitivamente la messa a dimora dei bagolari: le prime 64 piante erano state sostituite nel febbraio 2021, nel tratto di viale Dalmazia verso viale Eretenio. La ditta incaricata sta sostituendo, ora, 100 platani giunti a fine ciclo vitale o malati con le nuove piante che sono più adatte al luogo e al clima. In questo modo il parco avrà nuova vita”.

Ha poi concluso Ierardi: “Alcune piante, che sono risultate sane sono state portate in vivaio dove saranno curate per far in modo di piantarle nuovamente in altri luoghi più adatti, come ad esempio i giardini scolastici. Durante i lavori del primo lotto sono state recuperate quattro piante, questa volta invece il recupero interessa una quindicina di esemplari”.

 

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...