Verona, “Ri-cicloviaggio 2021”: raccolte 140 protesi da inviare in Africa con “Due ruote e una gamba”

Verona, è terminato questo pomeriggio in piazza Bra “Due Ruote e Una Gamba – Ri-cicloviaggio 2021”, il giro d’Italia solidale in bicicletta per sensibilizzare sul tema della disabilità con l’obiettivo di raccogliere fondi e protesi inutilizzate da donare a chi ne ha bisogno in Africa, partito l’1 settembre.
In totale sono state 140 le protesi raccolte durante i 3500 km percorsi da Luca Falcon, in bicicletta, e Giulia Trabucco, al seguito con un camper, fondatori dell’Associazione Karma On The Road, nata dopo l’incidente in moto di Luca nel quale aveva perso la gamba sinistra. La raccolta però non finisce qui, perché la coppia è attesa in altre città non inserite nel percorso ma dove ci sono altre protesi da ritirare.
Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building
La coppia ha fatto tutto il giro d’Italia, da Verona a Palermo e ritorno, facendo visita a persone con disabilità e ad associazioni no-profit che operano nel mondo dei disabili e amputati, con l’obiettivo di raccogliere fondi e protesi inutilizzate da inviare in Africa, grazie anche alla collaborazione con l’associazione inglese “Legs4Africa”, che provvederà alla spedizione.
Come avvenuto in occasione della partenza a settembre, a salutare l’arrivo in piazza Bra di Falcon, che ha percorso l’ultima tappa da Desenzano a Verona, è intervenuta l’assessore ai Servizi sociali Maria Daniela Maellare.
“E’ un piacere riaccogliere Luca di ritorno dal suo viaggio, iniziato e terminato in una splendida giornata di sole – ha detto l’assessore Maellare -. Aver raccolto 140 protesi lungo i 3500 chilometri è un obiettivo raggiunto, e noi siamo contenti di aver condiviso questa esperienza sin dall’inizio. Luca sa di avere una seconda famiglia qui a Verona, oltre alla sua a Sona, per questo saremo sempre a disposizione per sostenere ogni sua iniziativa”.
“L’Italia è un posto meraviglioso con gente meravigliosa – ha affermato Falcon -. E’ stato un viaggio incredibile, per l’aspetto umano ma anche riguardo a quello territoriale. Dobbiamo ancora finire di raccogliere delle protesi ma, ad oggi, siamo al triplo del numero che ci eravamo prefissati alla partenza”.

LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...