Verona, cantiere straordinario sul tetto della Galleria d’Arte Moderna

I frammenti caduti in Piazza Erbe provengono dal tetto del palazzo regionale

Verona, le verifiche e i rilievi di questa settimana hanno confermato che la Torre dei Lamberti gode di ottima salute e che i piccoli frammenti caduti in piazza Erbe una decina di giorni fa provenivano dal tetto del Palazzo della Regione.

Che, a differenza della Torre, non si presenta in stato ottimale, come rilevato dal materiale fotografico e dai controlli effettuati dai muratori acrobatici che per tutta la settimana si sono calati su e giù dai tetti del complesso monumentale.

Ecco perchè il Comune ha già predisposto l’avvio di un cantiere ad hoc per mettere in sicurezza tutta la copertura, rimuovendo e sostituendo i coppi rotti e pericolanti, sigillando quelli in buono stato ed effettuando anche ulteriori controlli sulle guaine sottostanti.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Oggi la piattaforma aerea era già al lavoro per montare il parapetto in metallo a ridosso del tetto. Il parapetto è posizionato lungo tutto il perimetro della copertura, sia sulla parte frontale, quella sul toloneo, che su quella laterale verso piazza dei Signori.

Una tipologia di struttura che va a sostituire i tradizionali ponteggi, più veloce da collocare, più sicura per i lavoratori in quota e soprattutto meno impattante sulla piazza e sulle attività commerciali sottostanti.

La durata complessiva dei lavori è prevista in circa un paio di mesi. Difficile ora quantificarne il costo, saranno i rilievi a definire la portata dell’intervento e a stabilire l’importo a carico del Comune, visto che manutenzione della Gam spetta all’Amministrazione e non ad Agec, a cui compete invece la cura delle Torre dei Lamberti.

Le prime verifiche erano iniziate una settimana fa, disposte in via prioritaria dal Comune dopo che un coccio era rovinato a terra durante il week end precedente. Già durante il primo sopralluogo sembrava evidente che il materiale non fosse caduto dalla Torre dei Lamberti, fresca di un importante lavoro di manutenzione terminato nei primi mesi del 2020.

Tuttavia, per garantire massima sicurezza ai cittadini e tutelare il patrimonio monumentale veronese l’Amministrazione ha immediatamente disposto una serie di verifiche e accertamenti di carattere straordinario, per identificare con certezza non solo il punto del distacco ma anche per accertarne le cause. Che, nel caso specifico, sono imputabili alla presenza di materiale datato, con una tipologia di coppi che potrebbero essere stati danneggiati anche dai forti eventi meteorologici degli ultimi anni.

Questa mattina nuovo sopralluogo dell’assessore ai Lavori pubblici Luca Zanotto, prima sulla piazza per visionare le operazioni della piattaforma aerea, poi fin sulla cima della Torre dei Lamberti. Insieme a lui il vice presidente di Agec Luigi Contolini insieme ai tecnici dell’azienda e del Comune.

“Le approfondite verifiche di questi giorni hanno confermato ciò che ci aspettavamo – ha detto l’assessore -. La Torre dei Lamberti gode di ottima salute, a differenza del tetto del Palazzo della Ragione, che presenta più punti in cui è necessario intervenire. Lo facciamo subito, senza aspettare tempo, quelli caduti erano davvero piccoli cocci ma l’incolumità dei cittadini è in assoluto la priorità. Abbiamo scelto una tipologia di cantiere il meno impattante possibile sulla piazza e sulle attività commerciali, il parapetto in quota si vede solo alzando lo sguardo al cielo e oltretutto, a differenza dei ponteggi, è anche più sicuro per i lavoratori che dovranno eseguire l’intervento in quota. tempo qualche mese e la Gam avrà un tetto completamente sicuro”.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...