Sondrio, l’Ecomuseo monte Rolla premia i presepi di Colda, Pradella e della Sassella

L'iniziativa dell'Ecomuseo è sostenuta dal Comune

Sondrio, impegno e passione ma anche abilità e creatività: le 34 rappresentazioni della natività che hanno partecipato al concorso dei presepi di paese sono espressione delle qualità e dei sentimenti che hanno mosso i cittadini che li hanno realizzati. Le festività natalizie 2021, le cui celebrazioni sono state bruscamente interrotte dall’aggravarsi dell’emergenza covid-19, verranno ricordate per l’allargamento del concorso promosso dall’Ecomuseo del monte Rolla all’intera città di Sondrio e per l’interesse suscitato. Visite ai presepi e alla pagina Facebook che si sono moltiplicate nel periodo natalizio per un totale di quasi cinquemila voti. Nel pomeriggio di oggi, nel rispetto della normativa anti covid-19, nella sala parrocchiale di Triangia, si è svolta la cerimonia di premiazione alla quale hanno partecipato l’assessore agli Eventi Francesca Canovi, il presidente dell’Ecomuseo del Monte Rolla Fabio Negri, il consigliere Pierluigi Morelli, il parroco don Maurizio Divitini e la giornalista Monica Bortolotti, presidente della giuria che ha valutato tutti i presepi per stilare una classifica di merito. Un’iniziativa condivisa e sostenuta dall’Amministrazione comunale che ha riscosso un notevole successo di pubblico: l’assessore Canovi ha portato i saluti del sindaco Marco Scaramellini e ha ringraziato tutte le persone che hanno realizzato i presepi, chi ha fornito i materiali e chi ha messo a disposizione gli spazi. ≪Il Circuito dei presepi e il Presepe vivente – ha detto – hanno visto la partecipazione di moltissimi cittadini coinvolti da Patrizia Benini, instancabile direttore artistico: l’anno prossimo, in una situazione più tranquilla, potremo valorizzare ancora di più queste iniziative che hanno avuto il merito di far conoscere alcuni scorci di Sondrio e delle frazioni e di rafforzare il senso di comunità≫.

La giuria, formata oltre che da Monica Bortolotti dall’assessore Canovi e dal presidente dell’Ecomuseo Negri, ha valutato l’originalità, l’utilizzo di materiali locali e l’impatto e scenico, stilando due classifiche, una per il solo territorio dell’Ecomuseo, l’altra allargata a Sondrio, e assegnando tre menzioni speciali per un totale di dieci premi. Il presepe preferito dalla giuria popolare, votato sulla pagina Facebook dell’Ecomuseo, è risultato quello realizzato da Luca Bertazzini a Colda, che ha ottenuto quasi 600 voti. Menzioni speciali a “La via del Natale” di S. Anna, creato da Angela Pegorari e dalla sua famiglia, “Natività a Betlemme”, il presepe di via Piazzi dedicato da Fausto Flauto al compianto Beppe Viola, e quello monumentale di via Bonfadini di Michele Marveggio. Nella classifica dei presepi dell’Ecomuseo sono stati premiati i presepi di Laura Gianatti a Pradella e di Serena Fanchi a Triangia, terzi a pari merito, quello realizzato da Simone Vanoi nel giardino di casa, a Triangia, secondo, e quello creato dagli Amici di Pradella in una stalla, risultato vincitore. Nella graduatoria generale, si è imposto il “Presepe di una volta” realizzato alla Sassella da un gruppo di volontari coordinato da Patrizia Benini, secondo posto per quello degli alunni della Scuola primaria di Ponchiera, terzo posto per il presepe di Scarpatetti.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...