Rovigo, il pianista Roberto Prosseda in un recital per “Io suono italiano” al Teatro Sociale

Un progetto dell'Istituto Italiano di Cultura di Mumbai in collaborazione con The Poona Music Society e in coproduzione con il Teatro Sociale di Rovigo

Rovigo, domenica prossima alle 14.30, ora italiana, il pianista Roberto Prosseda terrà un recital dedicato alle rarità pianistiche italiane, nell’ambito di IO SUONO ITALIANO, serie di sei concerti online, prodotti dall’Istituto Italiano di Cultura di Mumbai, in collaborazione con la Poona Music Society e con il Teatro Sociale di Rovigo.

Il progetto è stato ideato per condividere la bellezza della musica italiana, eseguita da musicisti italiani su strumenti italiani. Il programma includerà brani per pianoforte originali di Rossini, Verdi, Rendano, Caetani e Dallapiccola, suonati in un meraviglioso pianoforte a coda Fazioli F278.

“In un anno imprevisto per la cultura italiana e per quella del mondo, questa serie di concerti è stata fortemente voluta dall’Istituto Italiano di Cultura di Mumbai” – racconta la sua direttrice, Francesca Amendola – “per creare un’esperienza di condivisione, anche solo virtuale, tra i musicisti italiani e il pubblico di Mumbai e dell’India, nata grazie alla collaborazione dell’illustre Poona Music Society e alla partecipazione entusiasta dell’Associazione Mendelssohn e del Teatro Sociale di Rovigo. Oggi più che mai arte e musica emergono come strumenti privilegiati per permetterci di comunicare, raccontare e condividere la bellezza, anche qui in India, superando ogni barriera geografica e storica”.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Il concerto sarà trasmesso sul canale Youtube dell’Istituto Italiano di Cultura di Mumbai, sul canale Vimeo della Poona Music Society e sulle pagine Facebook dell’IIC e dell’artista. La produzione video è stata realizzata presso il Teatro Sociale da Zeta Group, con la regia di Daniele De Plano.

“Il pianoforte è nato in Italia, come anche l’opera lirica”, dice Roberto Prosseda. “La musica parla italiano, e trovo doveroso, da musicista orgoglioso della mia tradizione musicale, essere anche un po’ un ambasciatore della musica pianistica italiana nel mondo. Sono quindi molto felice di presentare in questa occasione musiche pianistiche molto rare, alle quali sono molto affezionato, e che spero possano avere maggiore diffusione nel mondo”.

Il programma comprenderà due Une caresse à ma femme e Petite Valse du Boudoir di Rossini, la Romanza senza parole e il Valzer in fa maggiore di Verdi, il Notturno di Rendano, la Ballata op. 9 di Caetani e la Sonatina Canonica di Dallapiccola, testimoniando quanto varia e interessante sia la produzione pianistica italiana tra Ottocento e Novecento, nonostante i compositori italiani siano più celebri per la produzione di opere liriche.

“La cultura e la musica – afferma l’assessore alla Cultura Roberto Tovo -, da sempre sono sinonimo di bellezza, condivisione e aggregazione. Siamo pertanto orgogliosi, di aver partecipato a questo progetto che virtualmente, vola oltre i confini, unendo Italia e India con una iniziativa di grande prestigio. Mai come in questo momento abbiamo bisogno di sentirci uniti e di vivere momenti di serenità ed è ciò che auspichiamo soprattutto per l’India che, a causa della pandemia sta attraversando un periodo davvero difficile. Ringrazio chi ha lavorato e collaborato per la realizzazione di questo progetto, certo che anche questo nuovo appuntamento avrà il successo che merita”.

“Io suono italiano – ha detto il direttore artistico del Teatro Sociale di Rovigo, Luigi Puxeddu -, è un evento di grande respiro che vede importanti collaborazioni e che ci permette di portare i nostri talenti nelle case delle famiglie di tutto il mondo. Questo nuovo concerto rappresenta un ulteriore momento per promuovere e far conoscere le nostre meraviglie artistiche”.

Il ciclo di concerti IO SUONO ITALIANO si concluderà con il sesto concerto domenica 13 giugno, con il concerto di Federico Guglielmo, violino, e Roberto Loreggian, cembalo, con musiche italiane del periodo barocco.

Di seguito il programma nel dettaglio, del concerto di domenica prossima 23 maggio

Italian piano rarities
Domenica 23 maggio 2021, 14.30 (ora italiana)

Gioachino Rossini:
Une caresse a ma femme
Petit Valse du boudoir

Giuseppe Verdi:
Romanza in a maggiore
Valzer in fa maggiore

Alfonso Rendano:
Notturno in mi maggiore

Roffredo Caetani:
Ballata op. 9 in fa diesis minore

Luigi Dallapiccola:
Sonatina Canonica su Capricci di Paganini

Roberto Prosseda, pianoforte


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...