fbpx

Rapporto Censis 2023, giovani in fuga dall’Italia: il 45,7% di chi va all’estero è laureato

Oltre 36mila tra i 18-34 anni all’estero

Rapporto Censis 2023, giovani in fuga dall’Italia: il 45,7% di chi va all’estero è laureato.

In Italia i giovani (18-34 anni) sono poco più di 10 milioni, pari al 17,5% della popolazione. È quanto emerge dal 57esimo “Rapporto del Censis”. Venti anni fa, superavano i 13 milioni, pari al 23% del totale. E le previsioni per il futuro sono peggiori: nel 2050 i 18-34enni saranno solo poco più di 8 milioni, appena il 15,2% della popolazione italiana.

In 5,9 milioni hanno scelto di vivere stabilmente fuori dall’Italia, il 10,1% dei residenti, 1,6 milioni in più (36,7%) negli ultimi 10 anni. Ma quello che colpisce è che a farlo sono sempre di più i giovani: nell’ultimo anno, precisa il Censis, le iscrizioni all’Aire per espatrio sono state 82.014, di cui il 44% (la quota più elevata tra le classi di età considerate) tra i 18 e i 34 anni, per un totale di 36.125 giovani che hanno scelto di cercare altrove la propria strada, definitivamente o per un periodo transitorio.

Le famiglie in Italia sono complessivamente 25,3 milioni. Quelle tradizionali, composte da una coppia, con o senza figli, sono il 52,4% del totale (erano il 60% nel 2009). Il 32,2% delle famiglie (8,1 milioni) è formato da una coppia con figli (nel 2009 la percentuale era del 39,0%).

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Il numero dei matrimoni si riduce (ne erano stati celebrati 246.613 nel 2008, solo 180.416 nel 2021) e oggi 1,6 milioni di famiglie (l’11,4% del totale) sono costituite da coppie non coniugate. Inoltre, dal 2018 al 2021 sono state celebrate 8.792 unioni civili mentre all’inizio del 2022 in Italia risultavano 17.453 cittadini uniti civilmente.

Le coppie con figli diminuiranno fino a rappresentare nel 2040 solo il 25,8%. Aumenteranno le famiglie unipersonali fino a 9,7 milioni (il 37,0%). Tra di esse, quelle costituite da anziani nel 2040 diventeranno quasi il 60% (5,6 milioni). Gli anziani che vivono da soli saranno in prevalenza donne: se oggi, tra le donne che vivono da sole, il 63,6% ha più di 64 anni, nel 2040 si arriverà al 71,7%, contro il 40,4% di uomini anziani sul totale degli uomini soli.

giovani

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×