fbpx
CAMBIA LINGUA

Putin arruola altri 147mila soldati. Il patriarca Kirill: «È una guerra santa»

La leva di primavera si aggiunge a quella d'autunno di 130mila soldati

Putin arruola altri 147mila soldati. Il patriarca Kirill: «È una guerra santa».

Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto per l’arruolamento obbligatorio nelle forze armate per il periodo da aprile a luglio.

Il provvedimento, scrive l’agenzia Tass, riguarda tutti i cittadini della Federazione russa fra i 18 e i 30 anni che non sono nella riserva e che sono soggetti alla leva militare.

Si tratta, scrive Tass, di 147mila coscritti, che entro l’estate saranno arruolati e inviati presumibilmente a combattere in Ucraina. Si prevede anche il congedo per i militari che abbiano completato il servizio militare. Secondo dati ufficiali, in autunno erano stati arruolati per un anno in 130mila.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Intanto il capo della Chiesa ortodossa russa, il Patriarca Kirill, ha intensificato la retorica del Cremlino sulla guerra in Ucraina e l’ha definita una «guerra santa» esistenziale e di civiltà. Si tratta di una svolta per le autorità russe che finora hanno accuratamente evitato di inquadrare ufficialmente l’invasione russa dell’Ucraina come una guerra, parlando di “operazione speciale”.

Nelle stesse ore, terroristi armati sono stati intanto bloccati in diversi appartamenti di edifici residenziali a Makhachkala e Kaspiysk nella repubblica russa del Daghestan, nel Caucaso settentrionale. Lo ha reso noto l’agenzia di stampa Tass, citando il centro informazioni del comitato nazionale antiterrorismo locale.

Putin arruola altri 147mila soldati Il patriarca Kirill È una guerra santa

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×