Piacenza, la Ciclovia VenTo passerà in città

L'Assessore Mancioppi: “Infrastruttura strategica per viabilità e turismo”

Piacenza, dall’argine maestro di San Rocco al Porto fino a Fossadello, attraversando la città e collegandosi alla stazione ferroviaria di Piazzale Marconi, in un’ottica di interconnessione tra mezzi di trasporto, anche per finalità turistiche: è questo il tratto della ciclovia VenTo, il progetto strategico che unirà Venezia a Torino con 700 chilometri di pista ciclabile, che si avvia a realizzazione quale lotto prioritario individuato nella nostra regione. Un ulteriore colpo di pedale, infatti, è arrivato dall’approvazione, da parte della Giunta Barbieri dello schema di convenzione che disciplinerà i rapporti e le competenze tra Regione Emilia-Romagna e i soggetti attuatori, l’Agenzia Interregionale per il Fiume Po (Aipo) e, appunto, il Comune di Piacenza, nella progettazione esecutiva e realizzazione dell’opera.

Il finanziamento del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che per l’intervento in oggetto è complessivamente di euro 973.215,52, di cui 90 mila per il tratto cittadino, coprirà per il 100% i costi delle opere e sarà suddiviso tra i due soggetti attuatori, Comune di Piacenza e Aipo per le rispettive competenze.
“L’atto approvato è un passaggio tecnico strategico – sottolinea l’Assessore alla Mobilità e all’Ambiente Paolo Mancioppi – perché dà ulteriore concretezza alla realizzazione del tratto piacentino della ciclovia VenTo, lotto che è stato individuato come prioritario nella nostra Regione. Il progetto VenTo unisce i territori lungo l’asta del Fiume Po promuovendo un turismo lento e attento all’ambiente e alle bellezze che ci circondano. Con il collegamento alla stazione ferroviaria, inoltre, realizzeremo un’importante interconnessione tra mezzi che permetterà di agevolare gli spostamenti dei turisti in bici. Abbiamo visto come il nostro territorio stia reagendo molto bene in termini turistici, con numeri in significativa crescita, e anche questa infrastruttura potrà essere un ulteriore stimolo a visitare la nostra città”.
E, proprio da questo punto di vista, nel progetto di fattibilità, confezionato con il coordinamento del Politecnico di Milano, viene sottolineata la valenza del tratto piacentino della ciclovia VenTo, evidenziando come “le principali attrattività lungo il percorso sono rappresentate, in questo tronco, soprattutto dalla città di Piacenza con la sua piazza Cavalli e il Palazzo Gotico medievale e le suggestive mura farnesiane. Si ricordano inoltre i Musei civici di Palazzo Farnese, il Duomo e la Basilica di Sant’Antonino con la caratteristica torre a 8 facciate”.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...