fbpx
CAMBIA LINGUA

Napoli è la città vincitrice del “Premio Città italiana dei Giovani 2023”

Manfredi: «Un riconoscimento molto importante per la città»

Napoli è la città vincitrice del “Premio Città italiana dei Giovani 2023”.

Napoli è la città vincitrice del “Premio Città italiana dei Giovani 2023”, promosso dal Consiglio Nazionale dei Giovani in collaborazione con il Dipartimento delle Politiche Giovanili, il Servizio Civile Universale e l’Agenzia Nazionale dei Giovani.

Con il progetto “Giovani Onlife” l’Amministrazione, guidata dal sindaco Gaetano Manfredi, ha inteso promuovere una città inclusiva e a misura di giovani sul modello degli Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite, al fine di diventare comunità nelle quali le nuove leve possano vivere in un ambiente sano, sicuro e con spazi dediti allo sviluppo delle loro potenzialità.

Il progetto – presentato dall’assessore alle Politiche giovanili Chiara Marciani e sviluppato in collaborazione con l’Osservatorio Giovani (OTG) del Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università Federico II – nasce dalla volontà da parte del Comune di Napoli di sopperire alla mancanza di una rete di partecipazione di coloro che rimangono al di fuori degli spazi istituzionali di confronto e di condivisione delle idee, e dalla volontà di fornire alle nuove generazioni strumenti per incrementare e valorizzare la loro partecipazione alla vita politica e civile della città.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Lo scopo è quello di promuovere nuovi modelli di concertazione delle politiche giovanili inerenti a 4 linee di intervento: Cultura e Creatività; Movida e Legalità; Ambiente e Spazi pubblici; Competenze e Lavoro.
Il progetto prevede complessivamente quattro moduli di attività:

● Modulo 1: Creazione della rete e progettazione partecipata delle attività;
● Modulo 2: Realizzazione della piattaforma phygital di partecipazione;
● Modulo 3: Organizzazione delle attività e produzione dei contenuti audiovisivi;
● Modulo 4: Comunicazione e disseminazione dei risultati.

La piattaforma online offrirà strumenti in grado di raccogliere le proposte provenienti dai giovani, di arricchirle attraverso un’attività creativo-collaborativa e, infine, di portare le istanze emergenti al tavolo di lavoro istituzionale per essere discusse ed integrate alle linee di intervento politico del Comune.

La costituzione di un sistema di rappresentanza (Young Ambassador) dedicato alle 4 linee di intervento renderà più fluida ed efficace la partecipazione dei giovani ai processi politici sia nelle fasi di ideazione delle politiche da intraprendere sia in quelle decisionali presso i tavoli di concertazione. Attraverso l’elezione di 4 Young Ambassador – in qualità di portavoce e referenti dei giovani – e l’istituzione di un tavolo permanente di confronto presso il Comune di Napoli, le istanze dei giovani verranno costantemente portate all’attenzione dell’Amministrazione.

Al termine del progetto è prevista la realizzazione di un grande evento pubblico di restituzione alla cittadinanza dei risultati ottenuti che si terrà nell’ambito della rassegna annuale Giugno Giovani dell’Assessorato ai Giovani e al Lavoro del Comune di Napoli, un calendario di eventi proposti dai giovani e dedicati ai giovani.

Per la realizzazione del progetto, il Comune di Napoli si avvarrà della collaborazione scientifica dell’Osservatorio Territoriale Giovani (OTG) del Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, nato nel 2003 dall’intesa con il Comune e la Provincia di Napoli, in collaborazione con il COINOR dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e l’Istituto IARD Franco Brambilla.

Il comitato scientifico dell’Osservatorio Giovani è composto da: Lello Savonardo, coordinatore scientifico; Amalia Caputo, coordinatrice delle attività di ricerca; Rosanna Marino, responsabile progettazione; Mirella Paolillo, responsabile comunicazione.

giovani2

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×