Milano, riaprono le case vacanze del Comune

Soggiorni e gite per 600 bambini con i loro genitori. A Ghiffa e Andorra verranno ospitati 100 bambini con disabilità, mentre a Vacciago sono previste gite giornaliere per altri 500 minori tra agosto e settembre

Milano, 24 luglio 2020 – Organizzare momenti di svago e socialità per bambini e ragazzi, in compagnia delle loro famiglie, con una particolare attenzione alle esigenze dei minori con disabilità. È l’obiettivo dell’Amministrazione che ha approvato le linee di indirizzo per la realizzazione di due iniziative, “Estate Insieme” e “Fuori dal Comune”, dedicate agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado e che si terranno nei periodi di agosto e settembre presso le Case Vacanza del Comune di Milano.
“Estate Insieme” prevede l’ospitalità di circa 100 minori con disabilità, accompagnati dai loro genitori, nelle case vacanza di Ghiffa e Andora. Si tratterà di soggiorni organizzati su tre turni di dodici giorni ciascuno (3 agosto – 11 settembre) durante i quali sono previste attività ludico-ricreative, pensate nello specifico per la tipologia di utenza ospitata e per coinvolgere tanto il minore quanto l’accompagnatore. Un’opportunità di sollievo per le famiglie e di condivisione di un’occasione di vacanza.
“Fuori dal Comune” prevede invece l’ospitalità giornaliera di circa 500 minori accompagnati da almeno un familiare presso la Casa Vacanza di Vacciago, per un numero massimo di 24 giornate, nel periodo compreso tra il 3 agosto e l’11 settembre, con previsione di attività ricreative all’aperto ed escursioni nelle vicinanze della struttura.
“A causa dell’emergenza sanitaria – dichiara l’assessora all’Educazione Laura Galimberti – le esperienze educative sono state notevolmente limitate e a farne le spese sono stati spesso i più fragili, i bambini e le bambine con disabilità. Per questo siamo molto contenti di poter offrire alle famiglie, in aggiunta ai centri estivi e alle tante opportunità offerte dalla Milano Summer school, l’occasione di regalare ai propri figli e condividere con loro quei momenti di socialità di cui sono stati privati durante il lockdown”.
Il modello organizzativo sarà ovviamente rivisto per garantire la massima sicurezza a operatori e utenti prevedendo l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, un triage di accoglienza, la divisione in piccoli gruppi.
Le prenotazioni saranno aperte a partire dal 25 luglio sul sito www.progettoestatevacanza.it.

LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...