Milano, quartiere Rogoredo: dedicata una piazza alla fotografa Tina Modotti

La sua storia personale e i suoi scatti sono al centro della mostra fotografica visitabile al Museo delle Culture di via Tortona

Milano, si è svolta oggi alla presenza di rappresentanti dell’Amministrazione comunale la cerimonia di intitolazione alla fotografa e attivista Tina Modotti, al secolo Assunta Saltarini-Modotti (1896-1942), di una piazza in zona Rogoredo/Santa Giulia (accesso da via Pizzolpasso angolo via Russolo).

L’intitolazione a Tina Modotti prosegue il percorso di questa Amministrazione nella valorizzazione del contributo delle donne alla storia artistica, politica e sociale, e segue di pochi giorni l’inaugurazione del primo monumento pubblico dedicato a una donna, Cristina di Belgiojoso.

Tina Modotti è stata una donna emancipata e moderna, la cui arte è sempre rimasta indissolubilmente legata all’impegno sociale. La sua storia personale e i suoi scatti sono al centro della mostra fotografica visitabile al Museo delle Culture di via Tortona fino al 7 novembre 2021, dal titolo “Tina Modotti. Donne, Messico e Libertà”.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Promossa dal Comune di Milano-Cultura e prodotta da 24 ORE Cultura-Gruppo 24 ORE, la retrospettiva è realizzata in collaborazione con SUDEST57 e il Comitato Tina Modotti di Udine e racconta attraverso un centinaio di fotografie, stampe originali, lettere, documenti e video lo spirito libero di Tina Modotti, che attraversò miseria e fama, arte e impegno politico, arresti e persecuzioni, sempre in nome della libertà e della coerenza del suo pensiero.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...