Milano, Galleria Vittorio Emanuele II: assegnati la Sala dell’Orologio, il Cobianchi e altri tre lotti immobiliari

L'Assessore Tasca: “Percorso che rilancia alcuni luoghi storici e rispetta i requisiti di valorizzazione economica”

Milano, sono stati assegnati provvisoriamente i cinque lotti relativi ad altrettanti spazi rimasti vuoti in Galleria Vittorio Emanuele II. Nei mesi scorsi il Comune aveva pubblicato l’avviso per le manifestazioni di interesse, tra i locali anche la Sala dell’Orologio e il Cobianchi.

“Arriva a compimento un percorso avviato mesi fa che restituisce alla città alcuni spazi storici del complesso monumentale – afferma l’assessore al Demanio, Roberto Tasca -. I progetti di gestione e rilancio dei locali che erano rimasti vuoti rispettano il percorso di valorizzazione economica che questa Giunta ha intrapreso per i locali della Galleria attraverso la pubblicazione dei bandi e prevedono una ristrutturazione a carico degli assegnatari che accrescerà il loro valore immobiliare”.

Sarà la società Duomo 21 a gestire la rinascita della Sala dell’Orologio, con la sua splendida terrazza sulla porta principale della Galleria, con un canone annuo di 491mila euro e 1,6 milioni di euro di investimento previsto.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Lo spazio Cobianchi è stato invece assegnato alla società Damiani per 1,3 milioni di euro di canone annuo con l’impegno di procedere a lavori di rispristino per un valore di 1,8 milioni di euro.

Due spazi ai piani alti, rispettivamente di 267 mq e 367 mq, sono stati assegnati alla Felix srl di Carlo Cracco con un canone annuo di 119mila euro e 40.500 euro.

Infine i locali con ingresso in piazza Duomo 19-21 saranno gestiti da Mi-Room per un canone annuo di 456mila euro e 653mila euro di spese di investimento.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...