Milano, ambiente: con Forestami gli svincoli autostradali diventano nuove isole verdi

Oltre 7mila nuove piante trasformano il volto degli accessi di San Donato e quartiere Cantalupa.

Milano, la città diventa sempre più verde. Dopo piazze e parchi Forestami trasforma in isole ‘green’ alcuni dei principali svincoli autostradali di accesso alla città. Un progetto reso possibile grazie alla collaborazione tra Comune di Milano e Società Milano Serravalle nell’ambito di Forestami, l’iniziativa che punta a incrementare il capitale naturale e piantare 3 milioni di nuovi alberi a Milano e nella Città metropolitana entro il 2030.

Dopo i parchi e le piazze cittadine – così Elena Grandi, assessora all’Ambiente e Verde – Forestami inizia a rendere più verdi anche le aree limitrofe alle principali vie di accesso autostradale alla città, spazi sempre brulli e inutilizzati. Due aree ai margini di Milano che così diventano il biglietto da visita per chi arriva in città e non si troverà più di fronte a grigi e anonimi svincoli ma vere e proprie isole verdi capaci di contribuire a migliorare la qualità dell’aria, mitigando gli effetti inquinanti dei veicoli in transito e rendendo più gradevole il paesaggio”.

Le prime due aree individuate per la piantumazione sono: l’area di cintura Sud-Est di Milano, al confine tra Milano e San Donato, in corrispondenza dello svincolo stradale di raccordo tra la tangenziale Est e la Strada Statale 415 Paullese e l’area di cintura Sud-Ovest della città, tra Milano e Assago, in prossimità dell’Autostrada A7 e di un’area di servizio del quartiere Cantalupa. Complessivamente saranno messe a dimora 7.752 piante di differenti specie autoctone (16 arboree e 18 arbustive).

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Attraverso la Convenzione siglata lo scorso aprile, la Società ha scelto di collaborare con questo importante e innovativo progetto di rigenerazione urbana. Le aree individuate per gli interventi di forestazione sono state consegnate a novembre e in una di queste, in prossimità del raccordo con la Tangenziale Est e la Strada Statale Paullese, la piantumazione è pressoché completata. Lavoriamo ogni giorno per rendere le nostre infrastrutture più sostenibili sotto il profilo ambientale e la collaborazione a un’iniziativa come Forestami rappresenta un ulteriore passo avanti in questa direzione” – sottolinea Pietro Boiardi, amministratore delegato di Milano Serravalle-Milano Tangenziali S.p.A..

Gli interventi di imboschimento di Forestami insieme ad Arbolia, società benefit nata da un’idea di Snam e Fondazione Cassa Depositi e Prestiti per lo sviluppo di aree verdi, hanno come obiettivo azioni concrete per contrastare il cambiamento climatico, migliorare la  qualità dell’aria e creare occasioni di sviluppo dei territori, in questo caso in zone prima d’oggi mai interessate da attività di forestazione. Le nuove cinture verdi contribuiranno inoltre all’assorbimento delle emissioni di CO2 e alla riduzione dei PM10 in aree particolarmente esposte al traffico stradale.

Siamo molto orgogliosi di poter contribuire alla crescita del progetto Forestami creando nuovi polmoni verdi a Milano. Grazie al supporto di importanti aziende del territorio, realizzeremo due boschi urbani all’ingresso della città e ne cureremo la manutenzione per i primi cinque anni: sono progetti innovativi che contribuiscono alla riqualificazione di due svincoli autostradali e al miglioramento della qualità dell’aria in città”, commenta Salvatore Ricco, amministratore delegato di Arbolia.

L’attività di piantumazione di Forestami insieme ad Arbolia proseguirà durante la stagione agronomica 21-22 ed è realizzata grazie al contributo di Accenture, Snam, Renovit, BCG – Boston Consulting Group, Banca Ifis, Rina e Barbara Cominelli. 

Da quando ha preso avvio il progetto Forestami sono oltre 280mila gli alberi già messi a dimora nel territorio della città metropolitana.

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...