Messina, selezionati tre giovani per scambi culturali con la Polonia per Erasmus+

Erano 5 i posti messi a disposizione dalla Regione

Messina, i messinesi Lorenzo Sciarrone, Damiana Bonsignore e Fausta Lucà Trombetta, la palermitana Martina Russo e Farih Ibtisam di Milano sono i cinque giovani selezionati per scambi culturali con la Polonia nel progetto “Youth Exchange”, promosso dall’Assessorato comunale alle Politiche Giovanili e proposto da Enjoy Sicily, associazione convenzionata con il Comune di Messina, e da altre cinque associazioni europee: Fundacio Cantalunya Voluntaria (Spagna), European Youth Centre Breclav Z.S. (Repubblica Ceca), SOPRO (Portogallo), En Kint Egyesulet a Bekeert es Fejlodesert (Ungheria), NGO Youth Clube Active (Estonia) e Fundacja rozwoju społeczeństwa przedsiębiorczego esc projekt (Polonia), che ospiterà i partecipanti, nell’ambito del programma Erasmus+. L’obiettivo è fornire competenze aggiuntive spendibili nel mercato del lavoro. Presentate oltre un centinaio di candidature, cui è seguita la selezione mediante valutazione del cv e videocall. I curricula sono arrivati da più parti d’Italia, compresa la città di Messina. Il progetto di scambio prevede l’invio di quattro ragazzi, dai 18 ai 25 anni, ed un capogruppo fino ad un massimo di 30 anni a Katowice, città della Polonia, dal 10 al 16 maggio prossimi, garantendo gratuitamente viaggio a/r, assicurazione, vitto e alloggio. “Sono opportunità per i giovani che la mia generazione non ha potuto avere – ribadisce l’Assessore alle Politiche Giovanili Enzo Caruso – che, grazie alla Convenzione con l’Associazione “Enjoy Sicily”, presieduta dalla dott.ssa Tiziana Versace, l’Assessorato ha l’occasione di promuovere per i ragazzi, al fine di recarsi all’estero per scambi culturali ed esperienze formative”. Gli obiettivi del Progetto sono: 1) valorizzare l’imprenditorialità, soprattutto di tipo sociale, per incoraggiare i giovani a correre il rischio, migliorare il pensiero critico e divergente per avviare una carriera di successo come manager; 2) promuovere il valore europeo come inclusione, accettazione, diversità, tolleranza, non discriminazione, per apportare un cambiamento positivo nella società, in particolare negli ambienti di lavoro; 3) promuovere strumenti come Europass CV e Youth Pass, progetti di volontariato come Erasmus + e ESC, come un’esperienza e una conoscenza che aumentano l’occupabilità; 4) sviluppare la consapevolezza culturale e lo scambio tra i diversi Paesi come modo per aprire la mente, migliorare la creatività e rispettare le altre culture; 5) migliorare le soft skills e le competenze digitali con un focus sulla reputazione online; 6) aiutare i giovani ad affrontare i problemi di lavoro dovuti all’attuale crisi, rendendoli più consapevoli dei limiti e delle possibilità del proprio potenziale; 7) migliorare l’occupabilità dei partecipanti tramite educazione informale; 8) rafforzare l’orientamento al lavoro secondo i propri valori, talenti e attitudini. Le principali attività da svolgere saranno giochi di team building; valutazione quotidiana: questa attività consente ai partecipanti di prendere coscienza del processo di apprendimento; introduzione di YouthPass e CV-Europass; creazione dell’immagine sui social media; eventi interculturali per scoprire culture attraverso il cibo, la danza tradizionale e la musica; seminari sulle competenze trasversali; introduzione alla progettazione grafica; lavorare per obiettivi personali; giro turistico di Katowice e visita al Museo della Silesia.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...