Mantova, 90mila euro per la ripartenza delle scuole a settembre

Mantova, La Giunta Palazzi ha deciso di prelevare 90mila euro del fondo di riserva del Comune di Mantova per far fronte all’emergenza scuola in vista della riapertura delle scuole a settembre. Tali fondi sono destinati a servizi di supporto al funzionamento delle scuole statali relativi in particolare a refezione e pulizie per la ripresa dell’anno scolastico. “Premetto che abbiamo già previsto che le scuole comunali mantengano gli stessi servizi esistenti prima del covid, stessi orari, mensa etc. per non creare difficoltà ai genitori che lavorano. Le nostre scuole quindi sono già a posto – ha dichiarato il vicesindaco Giovanni Buvoli – Tuttavia noi vogliamo fare di più, intervenendo perché anche le scuole statali, di ogni ordine e grado, mantengano gli stessi servizi del periodo pre-covid”. “Il nostro obiettivo – ha puntualizzato Buvoli – è di riaprire il 14 settembre senza nessuna riduzione di orari o servizi, mensa compresa. Non accettiamo nessuna riduzione a danno delle famiglie e degli studenti. Nessun disagio deve essere creato alle famiglie mantovane. Tutte le scuole della città, dagli asili alle medie, devono mantenere il tempo pieno. Ci siamo confrontati con il mondo della scuola, a partire dai dirigenti scolastici, per fare insieme tutto quello che è necessario per riaprire in sicurezza. Noi faremo più della nostra parte, per questo tutti devono impegnarsi in questa direzione”.

Scuole, via libera per la forniture di arredi secondo gli standard anti covid
160mila euro per garantire sicurezza e condizioni adeguate alla didattica
La Giunta ha dato il via libera al progetto di forniture per le scuole redatto in collaborazione con i dirigenti scolastici degli Istituti Comprensivi grazie ai fondi Pon assegnati dal governo per complessivi 160.000 euro di cui 100.000 utilizzati per acquisti di arredi. “In collaborazione con i dirigenti degli istituti comprensivi abbiamo concordato l’acquisto di nuovi arredi – ha osservato l’assessore alla Pubblica Istruzione Marianna Pavesi – per l’adeguamento e l’adattamento funzionale degli spazi della didattica in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19. In collaborazione con i lavori pubblici che procederanno alle opere della cosiddetta edilizia leggera, le scuole avranno spazi più funzionali con arredi più adeguati alle nuove esigenze, nel rispetto della sicurezza sanitaria e della efficacia didattica. Gli arredi devono essere idonei per favorire il necessario distanziamento tra gli studenti, ma allo stesso tempo garantire le migliori condizioni per la didattica sin dall’avvio dell’anno scolastico”.
Sono interessate per il Comprensivo Mantova 1 la scuola dell’infanzia statale Pacchioni, la primaria statale Allende, la primaria statale Pomponazzo; per il Comprensivo 2 la scuola dell’infanzia statale Rodari, la scuola dell’infanzia statale Anna Frank , la primaria statale Nievo, la primaria statale Ardigò, la primaria statale Don Mazzolari, la secondaria di primo grado statale Sacchi; per il Comprensivo 3 la scuola dell’infanzia statale Collodi, la scuola dell’infanzia statale Tom Sawyer , la scuola dell’infanzia statale Ricordo ai Caduti, la scuola dell’infanzia statale Campogalliani, la primaria statale Martiri di Belfiore, la primaria statale De Amicis, la primaria statale Don Minzoni e la secondaria di primo grado statale Bertazzolo.

Dall’Amministrazione 60mila euro per adeguare gli spazi nelle scuole
Al via interventi di riqualificazione degli edifici scolastici per rispettare i protocolli Covid -19
La Giunta ha detto sì al progetto redatto dall’ufficio tecnico per la riqualificazione degli spazi per la didattica redatto tenendo conto del parere dei dirigenti scolastici e alle luce delle nuove norme Covid-19 nelle scuole. Per questi lavori è stato deciso lo stanziamento di 60mila euro. Sono previste demolizioni di tramezze interne per l’ampliamento delle aule e opere di adeguamento degli spazi esterni, oltre alla realizzazione di nuove pavimentazioni per attività didattica outdoor e nuovi percorsi di accesso. Gli interventi sono programmati nella scuola primaria Martiri di Belfiore, nella secondaria Bertazzolo, nelle scuole dell’infanzia Berni, Pacchioni e Collodi. “Si sono resi necessari – ha dichiarato l’assessore ai Lavori Pubblici Nicola Martinelli – interventi di riqualificazione degli edifici scolastici per rispettare i protocolli Covid -19. Il Comune di Mantova ha presentato la propria candidatura per accedere ai fondi nazionali per l’edilizia scolastica in giugno tramite la piattaforma del Ministero dell’Istruzione. Grazie alla nostra tempestività siamo stati ammessi ad un finanziamento complessivo di 160mila euro che serviranno per gli arredi e gli adeguamenti degli spazi”.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...