“Lombardia è ricerca”, il Nobel Parisi: “Un premio fondamentale agli scienziati che fanno ricerche, anche pure”

Lombardia, cresce l’interesse per la Giornata della Ricerca 2021 che si svolgerà al Teatro alla Scala di Milano lunedì prossimo, 8 novembre.

In questa occasione sarà consegnato il Premio ‘Lombardia è ricerca’ del valore di 1 milione di euro.

“Un Premio di questo genere che offre un riconoscimento agli scienziati che fanno ricerche, anche pure, è fondamentale. Sono contentissimo di aver potuto parlare in questa occasione”. Così Giorgio Parisi, Nobel per la Fisica 2021, fisico teorico dell’Università Sapienza di Roma e dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) e vicepresidente dell’Accademia dei Lincei.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

“Il ‘Premio Lombardia è ricerca’, quest’anno dedicato alla sostenibilità – ha proseguito – è un’iniziativa estremamente importante in quanto la nostra sostenibilità è fondamentale per il nostro futuro”.

“Abbiamo una serie di sfide per il nostro futuro – ha detto ancora – ed è importante che queste sfide siano finanziate, che le persone che lavorano abbiano dei riconoscimenti e siano in grado di portare avanti le proprie ricerche, che inizialmente possono sembrare puramente accademiche ma che troveranno applicazione nel futuro”.

Giorgio Parisi ha ricevuto il Nobel insieme a Syukuro Manabe della Princeton University negli Stati Uniti e a Klaus Hasselmann del Max Planck Institute for Meteorology di Amburgo, Germania.

Il premio “Lombardia è Ricerca”

A partire dal 2017, la Giunta regionale ha indetto annualmente il Premio ‘Lombardia è ricerca’ finalizzato a riconoscere pubblicamente l’impegno e il talento di persone che tramite le proprie ricerche, scoperte e invenzioni abbiano apportato un significativo contributo nell’avanzamento della conoscenza scientifica e tecnologica.

Finora il Premio è stato fissato nella somma di 1 milione di euro, di cui il 70% deve essere destinato a progetti di ricerca da realizzare in collaborazione con attori della ricerca lombarda scelti dal vincitore.

La selezione del vincitore è affidata a una Giuria esterna. Per comporre la Giuria, 15 membri, si fa ricorso alla lista ‘Top Italian Scientist’ che censisce i ricercatori italiani sulla base dell’h-index suddivisi per macroaree scientifiche. Il Regolamento prevede che vengano individuati quali componenti della Giuria gli scienziati con il più alto h-index per ciascuna delle suddette aree.

Tutti gli scienziati della Top Italian Scientist (nelle macroaree scientifiche di riferimento del Premio) possono presentare una candidatura per una scoperta, indicando uno o più nominativi a cui attribuirla. Non sono ammesse autocandidature.

Edizione 2020/2021: “Produciamo energia pulita imitando le piante”

Tema di questa edizione del Premio internazionale ‘Lombardia è Ricerca’ è la ‘Sostenibilità Ambientale e Qualità della Vita’.
La giuria presieduta dal Professore Andrea C. Ferrari ha decretato vincitori del Premio Pierre Joliot, Marcella Bonchio e Markus Antonietti per il processo che porta energia pulita dalla fotosintesi artificiale ispirata ai meccanismi della natura.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...