Lecce, Mattia Zecca presenta a Open Space il libro “Lo capisce anche un bambino”

I temi: omogenitorialità e diritti

Lecce, venerdì 8 ottobre alle ore 18 presso l’Open Space di Palazzo Carafa in Piazza Sant’Oronzo si terrà la presentazione del libro “Lo capisce anche un bambino. Storia di una famiglia inconcepibile” di Mattia Zecca, edito da Feltrinelli. L’iniziativa è organizzata da Agedo Lecce in collaborazione con l’assessorato ai Diritti Civili e alle Pari Opportunità del Comune di Lecce.

Il volume è il racconto dell’esperienza della genitorialità dell’autore, padre con il suo compagno di due bambini. Attraverso i ricordi dell’adolescenza, le emozioni dell’innamoramento, l’evoluzione dei rapporti con i propri genitori, la formazione di una famiglia considerata in Italia non convenzionale, Mattia Zecca offre al lettore spunti di riflessione e di conoscenza reali, veri.

L’iniziativa si inquadra nell’azione di sensibilizzazione sul tema dei diritti e del rispetto verso l’altro attraverso la conoscenza, il confronto, le testimonianze e una corretta informazione che
prevengano ogni pregiudizio che il Comune di Lecce e Agedo condividono.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

“Occorre acquisire consapevolezza e agire affinché i diritti delle famiglie omogenitoriali siano pienamente riconosciuti e garantiti – dichiara l’assessora ai diritti civili Silvia Miglietta – si tratta di famiglie che pur vivendo tutte le gioie, le ansie, i problemi di tutte le altre ad oggi non vedono pienamente riconosciuta una piena potestà genitoriale condivisa tra i due genitori. Occorre raccontare, far conoscere, far vedere perché ciò che ancora è considerato inconcepibile possa essere riconosciuto per quello che è: semplicemente famiglia. Ringrazio Mattia per il suo prezioso e coraggioso lavoro e Agedo per l’impegno quotidiano nella promozione dei diritti”.

“La storia personale è universale quando tocca corde che ci appartengono. Tutti noi siamo figli, molti di noi sono genitori, tutti siamo stati bambini e abbiamo potuto o meno rivelarci al mondo come avremmo voluto – dichiara l’associazione Agedo Lecce – Grazie a Mattia per averci fatto dono della sua storia, grazie alla visibilità sua e della sua famiglia che ci permette di raccontare emozioni e vissuto a dimostrazione di quanto sia per tutti fondamentale vivere alla luce del sole e veder riconosciuta non solo la propria unicità ma anche il proprio progetto di amore e di famiglia”.

Dopo i saluti di Silvia Cazzato, presidente di Agedo Lecce e di Silvia Miglietta, assessora Welfare, Diritti Civili e Pari Opportunità, Pina Centra (Agedo Lecce) converserà con l’autore Mattia Zecca e con l’avvocata Susanna Lollini, esperta in diritto di famiglia.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti, con green pass obbligatorio.

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...