Latina, “Next Generation Latina”: al via il confronto per il progetto

Il Sindaco Coletta: “Latina Polo di eccellenza per le Scienze della vita”

Latina, si è svolto il 6 aprile 2021 di pomeriggio, in videocall, il primo incontro nell’ambito del percorso del tavolo “Next Generation Latina”, istituito dal Comune per promuovere idee e iniziative utili a contribuire allo sviluppo territoriale attraverso l’accesso ai programmi comunitari e ai fondi per la ripresa del Paese.

Nel corso della riunione si è deciso di attivare un primo percorso di approfondimento da parte del Tavolo sul tema delle Scienze della Vita e sulla costituzione di percorsi di eccellenza nell’ambito della salute. 

Oltre al Sindaco e ai referenti del Comune di Latina, hanno preso parte all’incontro gli attuali aderenti al tavolo e i referenti istituzionali essenziali alla costruzione di un percorso di co-progettazione territoriale: la Provincia di Latina, l’Università La Sapienza, la Direzione Generale della ASL, la Camera di Commercio, la Regione Lazio, il Comitato tecnico-scientifico di Anci Lazio, il Consorzio per lo Sviluppo Industriale ROMA-LATINA, il Consorzio “Parco scientifico e tecnologico pontino Technoscience”, Unindustria Latina e l’Associazione “Laboratorio Ursula – Next Generation Latina”.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Tutti i presenti hanno confermato sostegno e adesione al percorso di co-progettazione avviato oggi.

Il confronto proseguirà all’interno del percorso del tavolo “Next Generation Latina”, al quale è possibile aderire secondo il disciplinare consultabile a questo link.

«Il nostro territorio vanta il secondo polo chimico-farmaceutico italiano – ha commentato il Sindaco Damiano Coletta a margine dell’incontro – e può contare sulla presenza dell’università e di un sistema sanitario locale che in alcuni ambiti raggiunge livelli di eccellenza. Questi fattori, insieme alla necessità di una medicina del territorio affiancata dalla telemedicina e alla prospettiva di un nuovo ospedale a Latina, possono e devono essere messi a sistema per valorizzare una delle più grandi risorse del nostro territorio in chiave Recovery Plan».


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...