Grosseto, ripartono i laboratori per i ragazzi al Teatro degli Industri

Venerdì 8 ottobre inizia la seconda edizione del progetto “Industrilab”

Grosseto, al Teatro degli Industri tornano i laboratori teatrali dedicati ai bambini e ai ragazzi di Grosseto. Il progetto “Industrilab” organizzato dai Teatri di Grosseto, con l’associazione Escargot, l’assessorato alla Cultura del Comune di Grosseto e la Fondazione Toscana Spettacolo riprenderà venerdì 8 e sabato 9 ottobre. I laboratori si terranno al Teatro degli Industri: per iscriversi o avere informazioni è possibile inviare una mail a [email protected] o chiamare il numero 347 8040831. Venerdì 8 ottobre dalle 14.30 alle 16.30 si riunirà il gruppo degli adolescenti, mentre sabato 9 ottobre dalle 15 alle 18 sarà il turno dei bambini dai 6 ai 13 anni. L’esperienza dei laboratori si concluderà a giugno 2022 con un momento collettivo di condivisione sempre secondo lo stile di “IndustriLab”, che vede gioco e impegno, competenza e divertimento, mescolarsi nella creazione di un gruppo solido e senza protagonismi, in cui i desideri e i bisogni di tutti vengono stimolati. Il progetto è nato nell’estate 2020 per dare ai ragazzi di Grosseto uno spazio creativo dove imparare e stare insieme, sempre nel rispetto delle normative anti-Covid: la pandemia ha infatti colpito duramente i più giovani e quei momenti di incontro sono stati un modo per rientrare alla normalità. Grazie ad un approccio multidisciplinare e alla presenza di operatori esperti come Federico Guerri (teatro), Serena Rinaldi (musica), Viola Cecchini e Angela Scrilli (danza e movimento), i giovani partecipanti hanno potuto mettere alla prova in maniera professionale e sicura la loro creatività in diversi ambiti: narrazione, recitazione, propedeutica musicale e movimento scenico. “IndustriLab” è uno spazio in cui l’esperienza degli operatori è al servizio della fantasia degli ragazzi e delle loro storie. I due gruppi (adolescenti e bambini) hanno lavorato fianco a fianco nella messa in scena di un saggio-spettacolo finale a tema dantesco che ha visto sul palco della rassegna estiva organizzata dal Comune di Grosseto “Bucinella Festival”, quasi cinquanta allievi – attori, musicisti e danzatori – dar vita a “Beatrice!”, una storia originale ambientata nella Firenze di fine ‘200 che racconta un episodio inedito e appassionante dell’adolescenza di Dante Alighieri. Nonostante le ovvie difficoltà, il lavoro è stato portato avanti con gioia e impegno e il risultato, dal punto di vista pedagogico e di gradimento, è stato una ventata di aria fresca dopo un anno piuttosto insolito per le arti dello spettacolo. Adesso, per le istituzioni che organizzano, gli operatori e gli allievi, la voglia di ricominciare è tanta e proprio per questo il primo weekend di ottobre segnerà l’inizio di un nuovo lavoro annuale che, nelle intenzioni di tutti, sarà ancora più ambizioso e vedrà al suo centro il potere del racconto e dei libri.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...