fbpx
CAMBIA LINGUA

Grosseto, nasce la Dog beach per gli amici a quattro zampe e i loro proprietari

L'obiettivo è l'educazione a comportamenti corretti

Grosseto, nasce la Dog beach per gli amici a quattro zampe e i loro proprietari.

Inaugurata, alla presenza del sindaco di Grosseto e dell’assessore all’Ambiente Erika Vanelli, la nuova Dog beach nella spiaggia nord di Marina di Grosseto.

Educazione e formazione

Un servizio che nasce a seguito delle numerose segnalazioni pervenute negli scorsi anni all’ufficio Ambiente, nelle quali si evidenziavano alcuni comportamenti scorretti da parte dei proprietari dei cani.

La nuova Dog beach è finalizzata a dare servizi, fare cultura ed educazione cinofila, ma ancor più, formazione e informazione ai proprietari dei cani, grazie alla professionalità de I Toscagnacci – Professionisti bestiali, il gruppo di educatori cinofili della cooperativa Melograno, a cui è affidata la gestione dell’area.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Luogo di svago

“Le dog beach – spiegano il primo cittadino e l’assessore Vanelli – non vogliono essere luoghi in cui vengono lasciati incontrollati i cani, bensì luoghi di svago dove i proprietari scelgono di portare i loro animali per usufruire di servizi aggiuntivi, perché sono posti puliti e a misura di cane, perché possono avere un aiuto in caso di difficoltà o semplicemente consigli per viversi meglio la spiaggia”.

“Una realtà – concludono i due politici – balneare importante come quella grossetana, non può e non vuole limitarsi a offrire tratti di spiaggia di libera fruizione selvaggia, ma deve rendere questi spazi piacevoli alla sosta per cani e proprietari e deve primariamente salvaguardare l’ambiente, il benessere dell’animale e la relazione uomo-cane”.

L’attività degli educatori

Il servizio, attivo dell’inizio del mese, prevede la presenza di educatori (esperti cinofili) il venerdì, il sabato e la domenica, che avranno il compito non soltanto di vigilare e di far rispettare le regole, ma anche di informare sul servizio, dare consigli, prevenire possibili incidenti tra cani, aiutare nelle socializzazioni e nella gestione del guinzaglio e uso di lunghine.

Inoltre, gli educatori proporranno attività ludiche per cani e proprietari, acquaticità (per un corretto approccio con l’acqua), prime valutazioni, consulenze e faranno un’azione di controllo perché siano rispettati il benessere psicofisico del cane e l’ambiente.

Collaborazione con le associazioni del territorio

Il progetto prevede anche la possibilità di impostare collaborazioni con associazioni presenti sul territorio, per dimostrazioni o altro, e anche con stabilimenti balneari adiacenti alle spiagge. Saranno a disposizione, durante il servizio, ciotole per l’acqua, giochi, guinzagli, lunghine e pettorine.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×