Giornata mondiale dell'alimentazione. Secondo atto del “Milan urban food policy pact”.

Lo scorso 14 ottobre, in occasione delle celebrazioni per la Giornata Mondiale dell’Alimentazione, nella sede della FAO a Roma, si è riunito il secondo Summit dei sindaci delle città che hanno firmato il Milan Urban Food Policy Pact, una delle principali eredità di Expo 2015.
Il direttore generale della FAO, José Graziano Da Silva, ha aperto i lavori sottolineando come in uno mondo in cui “nel 2050 due abitanti su tre vivranno in un’area urbana, le città hanno le caratteristiche per poter fare la differenza e costruire sistemi alimentari sostenibili”.
Il Summit è stato un’occasione di incontro importante per le città che hanno fatto proprio l’impegno contenuto nel primo patto internazionale tra Sindaci sulle politiche alimentari, promosso da Milano nel 2015. Le questioni più urgenti legate all’alimentazione e i nuovi modelli di sviluppo possibili sono stati i temi al centro della riunione. Sindaci e delegati si sono confrontati sul futuro del Milan Urban Food Policy Pact, discutendo del ruolo dei network delle città per rendere operativo il Patto e della possibile attivazione di un sistema di monitoraggio e valutazione dei progressi realizzati.
Al termine dell’incontro, è stato consegnato il Milan Pact Awards, il premio promosso dal Comune di Milano e da Fondazione Cariplo, per valorizzare le buone pratiche alimentari messe in atto dalle città firmatarie del Milan Urban Food Policy Pact.
Otto i riconoscimenti in cui si articola il Milan Pact Awards: due monetari e sei menzioni speciali.
A vincere i due premi del valore di 15 mila euro ciascuno sono state le città di Baltimora – vincitrice assoluta con la sua strategia alimentare per garantire il diritto di accesso al cibo sano nei quartieri a rischio – e di Città del Messico – per le mense comunitarie che distribuiscono migliaia di pasti a prezzi calmierati dando lavoro a persone in difficoltà.
Le somme saranno usate per trasferire i progetti in altre città del Patto. Una formula innovativa che incarna l’essenza del Milan Urban Food Policy Pact: dare vita a collaborazioni concrete tra città per rendere i sistemi alimentari urbani più equi e sostenibili.
Milano conferma la sua capacità di aprirsi e di confrontarsi con il mondo: nelle politiche alimentari sono state messe in campo numerose forze della città, le università, il Terzo Settore, le imprese, ma anche nel piccolo e nel privato nascono iniziative spontanee che sostengono la riduzione dello spreco, l’accesso al cibo sano e le produzioni locali.

Articolo di Cecilia Canzian


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...