ELEZIONI REGIONALI LOMBARDE: IL PROGRAMMA DI DARIO VIOLI DEL MOVIMENTO 5 STELLE

139

Il 4 Marzo assieme alle elezioni politiche in Lombardia si voterà anche per le regionali; di seguito un primo piano sul candidato alla presidenza della regione del Movimento 5 Stelle Dario Violi e sul suo programma elettorale.

In materia di giustizia e legalità è indirizzata una parte consistente del programma del candidato Violi, soprattutto per quanto riguarda la lotta alla mafia e associazioni malavitose: punta molto sul controllo e sulla trasparenza attraverso due misure in particolare, ovvero la creazione di un pool anticorruzione multicompetente sul controllo degli appalti e la figura di un referente regionale per ognuno dei passaggi già esistenti in quello che, secondo il candidato pentastellato, è un lungo iter di sequestro dei beni mafiosi al termine del quale quanto confiscato viene restituito alla comunità

Il tema del lavoro è visto come collegato al tema delle pari opportunità e dell’ambiente. Nelle intenzioni del candidato Dario Violi c’è infatti quella di incentivare le piccole e medie imprese che punteranno su settori che, secondo il candidato Violi, sono emergenti: soprattutto in tema di ricerca eco-sostenibile. L’obiettivo è quello di sostenere un’economia che sia fiorente e in crescente puntando sul rispetto dell’ambiente e sulla ricerca di tecnologie nuove e competitive anche sul mercato internazionale. Per le pari opportunità il candidato Violi ritiene che sia riduttivo limitarsi alle quote rosa o alla presenza femminile in settori della pubblica amministrazione; è invece necessario incentivare quelle aziende private che fanno occupare anche alle donne ruoli in ogni livello gerarchico compreso il management. Inoltre, legato a quest’ultimo tema, viene affrontato il problema del sessismo che si vuole combattere con centri anti-violenza per le donne maltrattate e sportelli psicologici per chi le maltratta; oltre ad un lavoro di processo culturale che fin dalla scuola porti i bambini al rispetto per le donne.

Sul piano ambientale la proposta di incentivare l’impresa eco-sostenibile va di pari passo con le proposte per l’agricoltura e l’utilizzo maggiore di energie rinnovabili assieme al piano rifiuti-zero che vuole una forte riduzioni dei rifiuti non riciclabili per permettere di ottimizzare le risorse finite. Il sostegno all’agricoltura serve anche per andare contro alla tendenza che nota il candidato Violi in Lombardia di urbanizzare sempre più senza considerare l’impatto sul settore primario, la biodiversità e l’ambiente.

Infine per quanto riguarda la sanità il programma pentastellato chiarisce come una politica di privatizzazione sia da escludere ma nota che è difficile sostenere alle condizioni attuali una sanità completamente pubblica: quindi da un lato vuole attuare un processo di educazione e prevenzione per ridurre i costi della sanità, dall’altro si propone di costruire una rete ospedaliera che permetta ai grandi ospedali di avere settori specifici e incentivi la ricerca medica.

Articolo di Daniel Bidussa


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...