Cremona, Sistema di sicurezza sempre più efficace sugli autobus del trasporto urbano

Cremona, 18 novembre 2020 – Adozione di un sistema di videosorveglianza a bordo di un gruppo di autobus adibiti a Trasporto Pubblico di Linea (TPL). È quanto prevede lo schema di protocollo d’intesa, approvato dalla Giunta su proposta dell’Assessore alla Sicurezza Barbara Manfredini, che sarà stipulato tra il Comune di Cremona e Arriva KM – gestore del servizio di trasporto pubblico locale in città.

Arriva KM ha avviato un progetto destinato a migliorare i livelli di sicurezza per gli utenti che usufruiscono del servizio di trasporto pubblico locale, per i propri dipendenti che operano a bordo degli autobus, nonché per salvaguardare il patrimonio dell’azienda. Questo progetto prevede un sistema di videosorveglianza costituito da impianti installati a bordo di un gruppo di autobus che effettuano servizio giornaliero sulla rete urbana ed extraurbana di Cremona.

Un’attività di videosorveglianza che ha scopi ben precisi: sviluppare una efficace azione dissuasiva nei confronti dei potenziali autori di comportamenti illeciti, illegali o incivili; prevenire e contrastare i fenomeni di vandalismo per salvaguardare il patrimonio dell’azienda; contribuire a contrastare fenomeni di criminalità ponendo a disposizione delle Forze dell’Ordine strumenti idonei per ricostruire le dinamiche di episodi che possono configurarsi come reato.

“Per garantire la sicura e ordinata convivenza civile, promuovendo la più ampia sinergia tra le istituzioni presenti sul territorio, il Comune di Cremona, attraverso il Comando della Polizia Locale, grazie a questo accordo si rende disponibile a collaborare con Arriva KM, in modo che i sistemi di videosorveglianza vengano gestiti nel rispetto della normativa vigente in materia di trattamento dei dati personali”, dichiara al riguardo l’Assessore Barbara Manfredini.

“Il trasporto pubblico locale ha un ruolo e un significato che va al di là del trasporto passeggeri. Vi deve essere un’attenzione particolare anche verso il territorio e la sicurezza, sia degli utenti sia dei nostri autisti. Questo nuovo sistema di sorveglianza ne è un esempio concreto. Migliorare l’efficienza del trasporto pubblico locale significa anche questo: rendere il viaggio più sicuro”, afferma Angelo Costa, Amministratore Delegato di Arriva Italia.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...