Cremona, il Presidente del Consiglio della città rilascia una nota stampa

Cremona, 17 settembre 2020 – Un Consiglio Comunale in piazza interamente dedicato ad un tema fondamentale per la crescita della comunità con ospiti illustrissimi che hanno vissuto da protagonisti l’emergenza sanitaria di qualche mese fa, è una cosa eccezionale.

Eccezionale perché a Cremona non era mai capitato e, per quel che so, la massima assemblea di nessun’altra città colpita dal Covid, ha avuto iniziative simili. Sentivamo di doverlo fare per rigenerare un bel rapporto tra città e Palazzo, per ringraziare la sanità cremonese per gli sforzi profusi e per onorare chi non c’è più.

Per questo ringrazio il Sindaco, il Segretario Generale e gli Assessori per il contegno istituzionale, ringrazio i consiglieri comunali tutti, indistintamente, per il profilo degli interventi. Ringrazio inoltre gli ospiti perché, oltre ad essere professionisti di alto livello, hanno dimostrato un profondo senso delle istituzioni, attendendo quattro ore, una volta fatto il loro intervento, il termine del Consiglio, prima di salutarci.

Devo però sottolineare che se i dipendenti comunali si fossero limitati ad eseguire le loro proprie mansioni contrattuali non saremmo mai riusciti nell’impresa, e per questo voglio notare che ieri si è palesato l’attaccamento del Comune intero alla propria città. Si è svelata la volontà di far fare bella figura al Comune ed a Cremona da parte di tutti i dipendenti comunali che hanno dato una mano perché, quello di ieri non era un convegno ma un Consiglio Comunale, con tutte le sacralità del caso e con quei passaggi formali che lo rendono un appuntamento istituzionale e non altro.

Ma proprio per lo sforzo umano che hanno dimostrato, voglio ringraziare non tanto i dipendenti, quanto le donne e gli uomini del Comune a cominciare da Mariano, che ha assecondato una mia idea che sembrava irrealizzabile, e che con Mara e Paola ha dato gambe a quell’idea, grazie a Luigi, Daniele e Claudio per l’organizzazione pratica e a Grazia che l’ha coordinata, grazie ancora ai vigili Gigi, Ettore, Daniele, Nicola, Paolo e Armando con il Gonfalone, grazie a ad Alessia, Graziella, Concetta e Gianfranco per l’accoglienza, grazie ad Albino e Giuseppe per aver documentato il tutto e a Maria e Giuseppe per la cura del cortile.

Vedete, il Consiglio come lo abbiamo fatto, è stato possibile solo perché queste signore e questi signori non si sentono solo dei dipendenti comunali, ma si sentono parte del Comune e sanno che il Comune è il cuore della città.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...