Coronavirus: Lombardia al via la fase 2. Fontana: fiducia responsabilità dei lombardi

La nuova ordinanza sul coronavirus della Regione Lombardia alla firma del presidente, Attilio Fontana, in vista del 4 maggio, per la ‘Fase2‘, è sostanzialmente in linea con i provvedimenti indicati dal Governo. Lo stesso presidente fontana si dice fiducioso: “Ho fiducia nei lombardi, dal 4 maggio non sarà liberi tutti, servirà ancora grande attenzione e senso di responsabilità. Ripartiamo in sicurezza e con la concretezza che ci contraddistingue da sempre”.

In Lombardia resta  l’obbligo di coprirsi le vie respiratorie, con mascherina oppure con sciarpe, foulard o altri indumenti, anche all’aperto.

Ecco la sintesi dei punti e delle attività che riapriranno e l’intera ordinanza scaricabile:

  • Attività fisica all’aperto possibile senza il limite dei 200 metri dalla propria abitazione.
  • Via libera ai negozi di toelettatura degli animali.
  • Via libera ai mercati all’aperto (ma solo per generi alimentari e con alcune ‘semplificazioni’ chieste dai sindaci),
  • Aprono: studi professionali, cartolerie, librerie e negozi di fiori.
  • Possibilità d’apertura per servizi bancari e assicurativi, attività alberghiere.
  • Attività per riparazione e vendita di computer, telefoni ed elettrodomestici, articoli per illuminazione, ferramenta, vernici, materiale elettrico termoidraulico e apparecchiature fotografiche.
  • Cadono le restrizioni per i distributori h24 di generi alimentari che, quindi, potranno offrire tutto e non solo acqua, latte e prodotti farmaceutici e parafarmaceutici.

Vie respiratorie da coprire

A differenza di quanto previsto dal Dpcm, in Lombardia permane però l’obbligo di coprirsi le vie respiratorie, con mascherina oppure con sciarpe, foulard o altri indumenti, anche all’aperto.

Via libera a mercati all’aperto

Via libera ai mercati all’aperto (ma solo per generi alimentari e con alcune ‘semplificazioni’ chieste dai sindaci), semaforo verde per studi professionali, cartolerie, librerie e negozi di fiori. Cadono le restrizioni per i distributori h24 di generi alimentari che, quindi, potranno offrire tutto e non solo acqua, latte e prodotti farmaceutici e parafarmaceutici. Possibilità d’apertura per servizi bancari e assicurativi, attività alberghiere, attività per riparazione e vendita di computer, telefoni ed elettrodomestici. E anche per articoli per illuminazione, ferramenta, vernici, materiale elettrico termoidraulico e apparecchiature fotografiche.

Attività fisica all’aperto

Sarà possibile praticare attività fisica all’aperto, senza il limite dei 200 metri dalla propria abitazione. Via libera anche alla toelettatura degli animali.

Responsabilità dei cittadini in ‘Fase 2’

“Affrontiamo la ‘Fase2’ del coronavirus con la nuova ordinanza – ha spiegato il presidente Fontana – e con la certezza che, ancora una volta, la responsabilità personale dei cittadini, unita al montaggio stringente dei segnali sanitari, ci consentirà di affrontare in sicurezza questa nuova tappa per arrivare poi alla nuova normalità”.

ORDINANZA REGIONALE 537 – 30/04/2020

Articolo di Lorenzo Chiaro


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...