Coronavirus, Fontana a Conte: più flessibilità su debito Regioni più risorse

Milano, 29 Ottobre 2020 – Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ha scritto al premier Giuseppe Conte per chiedere la possibilità, per le Regioni, di avere maggiore flessibilità di indebitarsi. L’obiettivo è  sostenere nuovi interventi destinati a incrementare le risorse disponibili.

Fontana a Conte: servono scelte efficaci

“Servono – ha evidenziato – scelte efficaci e comprensibili per i cittadini. Tutto ciò nello spirito della leale collaborazione istituzionale fra i diversi livelli di Governo. Quello cioè che ha contraddistinto sin qui il nostro lavoro”.

Fontana ConteQuadro legislativo nazionale

“In base al quadro legislativo nazionale, le Regioni possono indebitarsi solo per la realizzazione di investimenti pubblici – ha detto ancora Fontana – non possono cioè contrarre debiti per fini diversi da quelli che fanno crescere il patrimonio pubblico e quindi non ci è concesso ricorrere ad indebitamento né per le spese correnti, né tantomeno, per sostenere gli investimenti diretti ai privati”.

“In  un ambito reso ancora più critico dall’emergenza che stiamo fronteggiando – ha aggiunto  – sottolineo la strategicità dei contenuti dell’accordo tra Stato e Regioni in corso di definizione. Questa prossima intesa prevede l’assegnazione di ulteriori contributi per investimenti per il periodo 2021-2034”.

Opere pubbliche

“In tal senso  – ha precisato – è condivisa  la necessità di realizzare opere pubbliche per la messa in sicurezza degli edifici. Prevista, fra l’altro,  la possibilità di adottare misure opportune in materia di viabilità e per la messa in sicurezza del territorio. È  compreso inoltre lo sviluppo di sistemi di trasporto pubblico anche con la finalità di ridurre l’inquinamento ambientale”.

“Non è esclusa  neppure – ha concluso – la rigenerazione urbana, la riconversione energetica verso fonti rinnovabili, le infrastrutture sociali e le bonifiche ambientali”.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...