fbpx
CAMBIA LINGUA

Cooperazione bilaterale con la Francia. Prima riunione della Cabina di Regia Italia/Francia

L'incontro rappresenta solo un primo momento di approfondimento che, nel prosieguo delle iniziative concordate, valorizzerà altre occasioni di scambio e di costruttivo confronto sulle complesse dinamiche che i nostri Paesi si trovano ad affrontare in ambito securitario interno ed esterno.

Cooperazione bilaterale con la Francia. Prima riunione della Cabina di Regia Italia/Francia.

Il 26 marzo scorso, si è tenuta, presso l’Ufficio per il Coordinamento e la Pianificazione delle Forze di Polizia, la prima riunione della Cabina di Regia Italia – Francia. L’evento, che ha visto la partecipazione di 25 alti funzionari delle Forze di polizia italiane e francesi, ha costituito un’importante occasione per tracciare le linee d’azione per la cooperazione securitaria tra i due paesi a livello bilaterale, europeo e multilaterale. L’incontro rappresenta anche un ulteriore tassello nella cooperazione bilaterale tra i due Paesi, intensificata a seguito della sottoscrizione da parte dei due Presidenti della Repubblica, del Trattato del Quirinale.

La giornata di lavori – dopo un saluto iniziale del Vice Direttore Generale preposto all’attività di Coordinamento e Pianificazione delle FF.P, Prefetto Stefano Gambacurta- è stato presieduto dal Direttore dell’Ufficio per il Coordinamento, Prefetto Annunziato Vardè e della Direttrice del DCIS, Sophie Hatt.

I presidenti hanno rimarcato l’importanza della collaborazione tra i due Paesi che, sempre più coinvolti nei processi securitari europei e multilaterali devono sostenersi in una comunanza di idee e di volontà, mantenendo fisso l’orizzonte verso il perseguimento della stabilità e della legalità, con strumenti e modelli di riferimento unitari e strutturati per il raggiungimento di obiettivi condivisi.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

I lavori hanno spaziato dalla proposta di costituzione della Unità Operativa franco – italiana tra Gendarmeria Nazionale Francese ed Arma dei Carabinieri, prevista dallo stesso Trattato del Quirinale, alla presentazione del progetto di una “Unité de renseignement operationnel” con sede a Ventimiglia da parte della Polizia delle Frontiere francese, all’analisi dell’attività della Brigata mista alla frontiera di Mentone (composta da personale della Polizia di Stato italiana e della Polizia francese) evidenziando gli importanti risultati operativi e riscuotendo piena soddisfazione da entrambe le parti. Per tutti i progetti in atto a livello europeo è stata inoltre espressa una piena condivisione e convergenza di intenti, prospettando possibili futuri sviluppi della già fruttuosa collaborazione, soprattutto per la realizzazione di operazioni che interessano l’area africana.

Nelle conclusioni, i presidenti delle delegazioni hanno constatato come la visione comune abbia permesso di massimizzare le attività durante la prima riunione della Cabina di Regia e di programmare per il prossimo futuro linee d’azione che possano sviluppare un modello rafforzato di cooperazione.

L’incontro rappresenta solo un primo momento di approfondimento che, nel prosieguo delle iniziative concordate, valorizzerà altre occasioni di scambio e di costruttivo confronto sulle complesse dinamiche che i nostri Paesi si trovano ad affrontare in ambito securitario interno ed esterno.

Cooperazione bilaterale con la Francia. Prima riunione della Cabina di Regia Italia/Francia

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×