fbpx

Consiglio dei ministri: su procedura d’urgenza un disegno di legge volto all’introduzione della tutela del Made in Italy

Su proposta di Antonio Tajani il conferimento dell'incarico di Direttore generale per la diplomazia pubblica e culturale al Ministro plenipotenziario Alessandro De Pedys

Consiglio dei ministri: su procedura d’urgenza un disegno di legge volto all’introduzione della tutela del Made in Italy

Il Consiglio dei Ministri si è riunito mercoledì,31 maggio 2023, alle ore 18.27 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Giorgia Meloni. Segretario , il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Alfredo Mantovano.
Su proposta del Ministro delle imprese e del Made in Italy Adolfo Urso, del Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale Antonio Tajani, del Ministro dell’interno Matteo Piantedosi, del Ministro dell’economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti, del Ministro della giustizia Carlo Nordio, del Ministro dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste Francesco Lollobrigida, del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Matteo Salvini, del Ministro dell’istruzione e del merito Giuseppe Valditara, del Ministro della cultura Gennaro Sangiuliano, del Ministro del turismo Daniela Santanchè, del Ministro dell’ambiente e della sicurezza energetica Gilberto Pichetto Fratin e del Ministro per la famiglia, la natalità e le pari opportunità Eugenia Roccella, ha approvato, con procedura d’urgenza, un disegno di legge volto all’introduzione di disposizioni organiche per la valorizzazione, la promozione e la tutela del Made in Italy.

Le nuove norme intervengono al fine di sostenere lo sviluppo delle produzioni nazionali d’eccellenza e promuovere la tutela e la conoscenza delle bellezze naturali, del patrimonio culturale e delle radici culturali nazionali, in Italia e all’estero, alla valorizzazione dei mestieri e al sostegno dei giovani. Si stabilisce che le misure di promozione e incentivazione siano coerenti con il principio di sostenibilità ambientale della produzione, con la transizione dei processi produttivi verso la digitalizzazione nella salvaguardia delle peculiarità artigianali, con l’inclusione sociale e la valorizzazione del lavoro femminile e giovanile e con il principio di non discriminazione tra le imprese.

Inoltre su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Roberto Calderoli si sono esaminate diciotto leggi delle regioni e delle province autonome.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Su proposta del Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale Antonio Tajani, il conferimento dell’incarico di Direttore generale per la diplomazia pubblica e culturale al Ministro plenipotenziario Alessandro De Pedys.

Inoltre, il Consiglio dei ministri ha deliberato di rinunciare in modo totale all’impugnativa della legge della Regione Siciliana n. 12 del 12/05/2022, recante “Riconoscimento e promozione della dieta mediterranea”, in quanto la Regione ha apportato modifiche alle disposizioni oggetto di impugnativa che consentono di ritenere superate le censure di illegittimità.

Consiglio dei ministri: su procedura d'urgenza un disegno di legge volto all'introduzione della tutela del Made in Italy

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×