CARLO GERLA: NUOVO SEGRETARIO GENERALE DELLA CISL MILANO

171

È stato nominato il nuovo Segretario Generale della CISL Milano: si tratta di Carlo Gerla nato nel 1961. Ha alle spalle una lunga carriera in ambito sindacale e dell’impegno per i lavoratori: ha operato la sua militanza sindacale in più aziende impegnate in diversi settori fra Pavia e Milano. Dal 1996 fa parte della CISL di Pavia di cui è stato Segretario Generale per dieci anni fino al 2015, successivamente ha fatto parte della Segreteria della CISL Milano fino a diventarne il Segretario Generale.

Non si fanno tardare le congratulazioni per questo nuovo incarico da parte del Comune di Milano. L’Assessore alle Politiche per il lavoro Cristina Tajani ha infatti commentato positivamente la nomina di Carlo Gerla dichiarando “Apprendo con piacere nomina di Carlo Gerla a Segretario generale della CISL Milano. Insieme in questi anni abbiamo condiviso un impegno comune a favore dello sviluppo economico della città nonché diverse azioni a tutela dell’equità nella gestione degli appalti pubblici e nella tutela del lavoro e dei lavoratori. La nomina di Gerla consente all’Amministrazione di continuare in quel percorso di dialogo e di proficua collaborazione avviato in questi anni con le rappresentanze sindacali. Al neo-Segretario e alla sua segreteria faccio i miei migliori auguri per questa nuova avventura che auspico proficua nel definire insieme una visione strategica di Milano quale territorio fondamentale per lo sviluppo economico, infrastrutturale e sociale dell’intera Lombardia”.

Il nuovo Segretario Generale della CISL Milano sembra avere le idee chiare sulla strada da intraprendere, ha spiegato infatti che Milano è una città che vive la dicotomia fra l’essere una “punta di diamante” per la finanza e l’economia, l’altra consiste nella fragilità dovuta agli effetti della crisi. Punterà a costruire dei rapporti interaziendali mostrandosi aperto alle proposte che gli arriveranno.

Dopo la nomina Gerla ha dichiarato “Sono onorato per il compito di grande responsabilità che mi è stato affidato, non è certamente semplice guidare un’organizzazione così ampia e articolata come la Cisl di Milano. I problemi da affrontare, in una società e in un mondo del lavoro in rapida trasformazione, sono numerosi e complessi. Lavoratori, disoccupati, giovani, pensionati, famiglie in difficoltà, immigrati, fasce deboli, gli ‘ultimi’ nei luoghi di lavoro: da qui vengono le domande a cui deve dare risposta il sindacato. Dobbiamo essere sempre più presenti nelle aziende e sul territorio per intercettare vecchi e nuovi bisogni, mettendo sempre al centro del nostro agire la tutela della persona. Ai nostri interlocutori, siano essi imprese, istituzioni, associazioni, assicuro la più ampia disponibilità al confronto perché è dal confronto, anche duro se necessario, che nascono le soluzioni migliori ai problemi”.

Articolo di Daniel Bidussa


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...