Cagliari, la Costa Smeralda ha attraccato in porto dopo un anno e mezzo

È un primo segnale di ritorno alla normalità per il turismo

Cagliari, con qualche minuto di anticipo rispetto all’orario previsto, le 12 di oggi, mercoledì 5 maggio 2021, l’ammiraglia della Costa, la Costa Smeralda, ha fatto il suo ingresso nel porto di Cagliari, dando un piccolo segnale di ritorno alla normalità per il capoluogo sardo.

La strada potrebbe essere ancora lunga e ricca di insidie ma vedere il gigante del mare avvicinarsi alla città, ha riportato indietro i cagliaritani di un anno e mezzo ed ha permesso a tutti quelli che l’hanno vista dalla via Roma, di poter ricominciare a sognare.

Ad attendere la nave da crociera al porto, oltre ai vertici dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna, c’era l’Assessore al Turismo del Comune di Cagliari, Alessandro Sorgia che ha manifestato tutta la sua soddisfazione nel poter, per ora solo idealmente, riabbracciare i turisti che hanno scelto il capoluogo come tappa del loro viaggio.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

“Sono emozionato e soddisfatto nel vedere a Cagliari una nave del genere e ringrazio tutta la squadra che ha lavorato perché questo accadesse. Dal presidente Deiana al presidente Solinas, sono stati in tanti i protagonisti che hanno lavorato per riportare i crocieristi, in sicurezza, nella nostra città. E a chi fa polemiche sulle poche opportunità per gli esercenti locali, rispondo che valeva comunque la pena far tornare i turisti qui, perché altrimenti avremmo corso il rischio che la Costa cancellasse non solo questa tappa ma tutta la stagione 2021. Rischiavamo di perdere anni di lavoro e invece siamo felice di aver dato questo segnale di ripresa”.

Dello stesso avviso Massimo Deiana, al timone dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna. “Questo approdo è davvero importante perché rappresenta un segnale di ritorno a una nuova normalità che speriamo di poter raggiunegre quanto prima. La rirpesa del traffico crocieristico, infatti, non solo per Cagliari ma per tutta la Sardegna, è un segnale importante. E per noi questo è una sorta di test, per mettere alla prova la nostra capacità di accogliere di nuovo questo tipo di traffico, seguendo tutte le norme per il contenimento del Covid-19. Stiamo provvedendo a tanti interventi nel porto e ora vogliamo prepararci ad un 2022 che speriamo segni una ripresa “normale” di questo settore”.

I numeri non sono ancora quelli ottimali, ma seppure con una capienza ridotta, l’arrivo della Costa Smeralda può rappresentare un segnale importante per la ripresa del turismo in città. Seppure, infatti, ancora la libera circolazione dei viaggiatori sia condizionata dalla normativa per il contrasto al Covid-19, il fatto che più di milleseicento persone abbiano potuto accarezzare Cagliari, è già un piccolo passo avanti rispetto alla passata stagione vissuta in piena pandemia. Oltre che un modo per guardare con un ritrovato ottimismo al futuro.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...