fbpx

Bonus trasporti, fondi finiti in meno di 2 ore con l’ultimo click day 2023

Stop alla misura nel 2024

Bonus trasporti, fondi finiti in meno di 2 ore con l’ultimo click day 2023.

Sono stati esauriti in poco tempo i fondi previsti per il Bonus Trasporti nell’ultimo click day del 2023. Sono 138.172 i voucher emessi in poco più di mezz’ora. Sono 1.395 i voucher lavorati al minuto per la piattaforma del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che, al termine dei 7.785.543 euro, disponibili per parziale o mancato utilizzo del beneficio entro il 30 novembre, è stata disattivata.

Alle ore 10 del 1° dicembre, il valore totale dei bonus emessi tra aprile e dicembre ha toccato quota 143,742 milioni di euro, distribuiti in 2.804.648 bonus prenotati a favore di 1.042 aziende. In questo arco di tempo, quasi 15 milioni di utenti sono transitati sull’homepage della piattaforma all’indirizzo bonustrasporti.lavoro.gov.it, porta d’accesso alla richiesta di voucher, dal valore massimo di 60 euro, da utilizzare per l’acquisto di un abbonamento mensile, plurimensile e annuale per l’utilizzo di mezzi di trasporto pubblici su gomma e rotaia. 

L’Ufficio Stampa del Ministro del Lavoro rende noto che, “dai dati a consuntivo, risulta rafforzato l’apprezzamento della misura da parte della platea under 30” che, grazie a questo nuovo click day di dicembre, fa salire la percentuale di questa fascia d’età sul totale dei bonus emessi al 60,49% dal 60,22% registrato a novembre, con la fascia tra i 20-29 anni che ha ricevuto il 39,45% dei voucher (1.675.331 in totale). A seguire, il 24,68% di chi ha ricevuto il voucher ha tra i 40 e i 65 anni.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Tra le aziende di trasporto pubblico sul territorio nazionale attualmente attive, risulta in cima alla top 20 delle imprese di trasporto interessate c’è Trenitalia Spa con 562.892 voucher emessi, seguita da Trenord Srl (268.124 voucher), ATM – Azienda Trasporti Milanesi (180.438) e Atac Roma (177.070).

Nel 2024 – rende noto il governo – il bonus trasporti in questa forma non esisterà più. L’unica agevolazione per acquistare abbonamenti ai trasporti resterà la carta acquisti “Dedicata a te”, rivolta a quelle famiglie con Isee inferiore ai 15mila euro in cui nessun membro riceve altri sussidi (Naspi, cassa integrazione). La carta si potrà utilizzare anche per carburanti e abbonamenti al trasporto pubblico.

trasporti

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×