Bologna, PNRR: 2 milioni per la riqualificazione del giardino di Villa Spada

Approvato dal ministero della Cultura

Bologna, PNRR: 2 milioni per la riqualificazione del giardino di Villa Spada.

Il progetto di riqualificazione del giardino di Villa Spada è stato selezionato dal bando del Ministero della Cultura per la valorizzazione e di parchi e giardini storici.

Questo bando è finanziato attraverso il programma Next Generation Eu e ha l’obiettivo di rigenerare spazi verdi, rafforzare l’identità dei luoghi e migliorare la qualità paesaggistica delle città promuovendo i valori ambientali del Pnrr, improntati alla sostenibilità.

Il progetto

L’intervento a Villa Spada, finanziato interamente per 2 milioni di euro, riguarderà principalmente il recupero del giardino all’italiana, unico esempio a Bologna, e del tempietto che ospita la “tomba del cane”, oltre al restauro delle statue, della fontana e di altri elementi in pietra.

Saranno prese in considerazione anche le strutture che delimitano l’area, in particolare la recinzione, la cancellata in metallo e il Monumento alle donne partigiane. Il progetto si propone inoltre di rendere più funzionale il parco facilitandone l’accessibilità a persone diversamente abili.

Verranno rinnovati gli arredamenti e il sistema di illuminazione e verrà realizzato un nuovo sistema di raccolta e smaltimento delle acque piovane.

Sostenibilità 

Per quanto riguarda l’impiantistica, nei pressi della biblioteca ospitata nelle ex scuderie, è prevista la predisposizione di colonnine di ricariche per le bici elettriche, oltre all’installazione di nuove rastrelliere. Gli interventi si configurano come naturale completamento del restauro della villa neoclassica di fine ‘700 che ospita il Museo del Tessuto e della Tappezzeria dell’Istituzione Bologna Musei.

Una volta recuperato, il complesso di Villa Spada tornerà a rivestire un ruolo strategico nel sistema del verde pubblico cittadino, anche grazie alla collocazione del parco lungo l’asse del portico di San Luca.

Spazio verde rigenerato

“Grande soddisfazione per questo ulteriore finanziamento dal PNRR – è il commento del sindaco Matteo Lepore – grazie al quale verrà restituito alla città uno spazio verde rigenerato”.

Uno spazio in grado di svolgere molteplici funzioni: ecologica, paesaggistica, di mitigazione ambientale e miglioramento della qualità dell’aria, di conservazione e incremento della biodiversità locale, di aumentato benessere dei residenti, di rafforzamento dell’identità territoriale e culturale, di attrazione nei confronti dei futuri flussi turistici.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...