fbpx
CAMBIA LINGUA

Bari, corteo Storico di San Nicola: presentata la rievocazione storica 2023

Il tema scelto per questa edizione è quello della "Speranza"

Bari, Corteo Storico di San Nicola: presentata la rievocazione storica 2023.

È stata presentata giovedì mattina, a Palazzo di Città, a Bari, l’edizione 2023 del Corteo Storico di San Nicola, realizzato dall’Ati, composta dal Gruppo Ideazione srl e Cube Comunicazione srl, per un importo complessivo a base di gara pari a € 81.147,54 (€ 99.000 IVA inclusa).

Ad illustrare l’evento il sindaco di Bari Antonio Decaro, l’assessora alle Culture e Turismo Ines Pierucci, il direttore artistico del Corteo Storico Nicola Valenzano, la regista e coreografa Elisa Barucchieri, che curerà i due spettacoli di danza aerea, alla presenza di Matteo Siciliani, delegato di padre Giovanni Distante, priore della Basilica di San Nicola, e dei presidenti dei cinque Municipi cittadini.

Il tema scelto per questa edizione è quello della “Speranza“, un sentimento quanto mai necessario e attuale grazie al quale si sentono più vicini fedeli e pellegrini, baresi e viaggiatori provenienti da ogni parte del mondo, cattolici e ortodossi, tutti raccolti nel capoluogo pugliese per onorare il Santo Patrono di Bari e partecipare attivamente alla rievocazione storica della traslazione delle ossa di San Nicola di Myra.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Proprio per questo, il Corteo Storico si ripromette di mantenere una fortissima aderenza alle tradizioni storiche e culturali di questa eccezionale manifestazione, dando risalto ai contenuti sacri e tenendo fede a quanto avvenne nel lontano 1087.

Gli spettatori potranno così rivivere l’atmosfera di quell’epoca, per immergersi nelle atmosfere, nelle luci e nei costumi di un passato che ha ancora tanto da raccontare.

«Unire il messaggio ecumenico di San Nicola rivolto alla pace, alla solidarietà e all’accoglienza al tema della speranza – ha esordito Antonio Decaroè una scelta che condivido appieno perché mai come in questo momento noi tutti siamo chiamati a sperare che proprio i valori nicolaiani possano prevalere sul clima di violenza, di ferocia e di intolleranza che si respira nei Paesi dilaniati dalla guerra.

Al di là dei momenti di tradizione e di spettacolo, è giusto ricordare che la festa di San Nicola è innanzitutto un momento di preghiera e di devozione, con la speranza che l’intercessione del nostro santo patrono possa finalmente aprire le menti e i cuori di chi oggi ancora non depone le armi».

27-04-23 conferenza stampa corte storico 2023_2

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×