Bari, car sharing: le prime auto elettriche nelle prossime settimane

Il Comune ha rilasciato l'autorizzazione al servizio

Bari, car sharing: le prime auto elettriche nelle prossime settimane.

Ad esito dell’avviso per manifestazioni d’interesse finalizzate all’individuazione di soggetti interessati allo svolgimento dell’attività di car e scooter sharing sul territorio comunale, è stata firmata la determina dirigenziale che autorizza la Pikyrent S.r.l (azienda con sede a Rozzano) allo svolgimento dell’attività di car sharing nella città di Bari.

20 auto elettriche

Nello specifico l’atto siglato ieri riguarda le prime venti autovetture elettriche, già assicurate, che a breve saranno messe in circolazione; a seguire,  nel rispetto del termine di 120 giorni previsto dall’avviso, una volta prodotte le relative polizze assicurative, si procederà con il rilascio dell’autorizzazione per gli ulteriori mezzi – 30 autovetture e 100 scooter – proposti dalla Pikyrent S.r.l. in risposta all’avviso del Comune.

Pikyrent

L’azienda milanese ha inoltre richiesto, al fine di offrire un servizio il più possibile efficiente, la possibilità di installare 5 colonnine elettriche per la ricarica dei mezzi da impiegare, per cui gli uffici competenti stanno ora procedendo con la relativa istruttoria. Infine, per incentivare politiche di mobilità sostenibile, come auspicato dall’avviso, l’azienda ha offerto 20.000 minuti annui gratuiti a disposizione dell’amministrazione comunale.

Terminata la pratica assicurativa dei mezzi proposti, saranno completati anche i procedimenti per il rilascio dell’autorizzazione a svolgere il servizio di car e scooter sharing in favore delle altre società partecipanti all’avviso: Reby Italia S.r.l. (100 scooter), Bit Mobility S.r.l. (30 auto e 75 scooter) e Smart Venture S.r.l. (100 scooter).

Un primo passo verso un servizio completo

“Nelle prossime settimane attiveremo il servizio di car sharing con la prima delle quattro aziende partecipanti all’avviso – commenta l’assessore alla Mobilità Giuseppe Galasso -. In questo modo le prime venti autovetture elettriche in condivisione saranno a disposizione di cittadini e turisti che potranno così contare su un sistema di mobilità coerente con le esigenze di flessibilità e sostenibilità ambientale sempre più diffuse”.

“Un parco mezzi che a regime conterà complessivamente 80 autovetture e 375 scooter elettrici – conclude Galasso – e che andrà ad aggiungersi alla flotta di monopattini elettrici già in circolazione in città per ampliare la possibilità di scegliere tra diversi mezzi per spostarsi in città in modo sicuro, efficiente e compatibile con l’ambiente”.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...