Alessandria, Il premio letterario “A proposito di donne… in emergenza” va a Emanuela Bressan

Nella conferenza stampa di premiazione è stato presentato anche il Giardino Botanico

Alessandria, Dalla sala giunta del Comune, il sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco, ha annunciato la vincitrice del Premio Letterario “A proposito di donne … in emergenza”. Alla cerimonia hanno presenziato di persona anche l’assessore alle Pari Opportunità Cinzia Lumiera, la presidente della Consulta Pari Opportunità, Nadia Biancato e, collegati a distanza, l’assessore ai lavori pubblici e valorizzazione del patrimonio comunale, Giovanni Barosini.

Il tema del concorso 2020 era la donna in emergenza e i tre finalisti hanno trattato l’aspetto della malattia, a vincere alla fine è stata Emanuela Bressan, che ha vinto questa edizione con il racconto “Una scia di libertà” sul tema della disabilità. La giuria, rappresentata da  anche il terzo ed il secondo classificato, Paolo Bagatin e Andrea Voltolini.

La vincitrice vive a Jesolo dove fino al 2005 era una felice albergatrice. Poi l’incidente che l’ha costretta su una carrozzina, e una vita completamente da reinventare.
“La mia vita è migliorata, certamente non fisicamente, ma ho fatto pulizia delle amicizie, ho iniziato a vivere giorno per giorno, senza pormi limiti” ha detto Emanuela che nel 2016 ha preso il brevetto di volo e con il suo nuovo lavoro, a fianco dei commercianti di San Donà, si sente realizzata.
Non appena le disposizioni sanitarie lo permetteranno, Bressan sarà in Alessandria per la premiazione in presenza che avverrà al Giardino Botanico, dove la Consulta presenterà il regolamento dell’edizione 2021 del Premio Letterario.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

A seguire è stato presentato proprio il Giardino Botanico di Alessandria. Ad introdurre la visita del Giardino è intervenuto il responsabile di questo luogo del cuore , Angelo Ranzenigo, che lo ha presentato come il “museo vivente” che sa rinnovarsi nel tempo e che non è solo luogo con piante lussureggianti, bensì luogo che coinvolge tutti parlando di ambiente e benessere, vivibile in completa autonomia anche dalle persone con diversa disabilità.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...