fbpx

Officina abusiva sequestrata in centro a Pescara

Cinquantenne di Pescara indagato per esercizio illegittimo.

Officina abusiva sequestrata in centro a Pescara

Cinquantenne di Pescara indagato per esercizio illegittimo.

Nella mattinata del 28 agosto, gli operatori della Squadra di Polizia Giudiziaria della Sezione Polizia Stradale di Pescara hanno proceduto al sequestro di una officina meccanica, gestita da un cinquantenne residente in provincia, che esercitava attività di riparazione di cicli e motocicli in una zona centrale di Pescara, senza le autorizzazioni previste.

Oltre 5 mila euro di sanzione amministrativa è stata comminata al titolare, cui le attrezzature utilizzate illegalmente (sollevatori, svitatori idraulici, set di chiavi, ecc) sono state sequestrate. Sono in corso accertamenti volti a verificare l’eventuale provenienza delittuosa delle numerose componenti meccaniche e di carrozzeria, oltre all’identità dei proprietari dei veicoli affidati in riparazione, anch’essi prossimi destinatari di una sanzione. Per l’affidamento del proprio veicolo ad una officina abusivamente esercitata, infatti, è prevista una sanzione amministrativa da 51 a 258 euro. 

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

La Polizia Stradale, coglie l’accaduto per invitare gli utenti a rivolgersi esclusivamente ad attività legittimamente esercitate, rammentando che l’autorizzazione deve essere sempre esposta in modo ben visibile.

PESCARA: LA POLIZIA DI STATO SEQUESTRA UN’OFFICINA ABUSIVA IN CENTRO A PESCARA

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×