fbpx
CAMBIA LINGUA

Modena: “Patriota con l’Europa nel cuore”, la città ha ricordato il 152° anniversario della morte di Giuseppe Mazzini

Il sindaco Gian Carlo Muzzarelli in occasione della cerimonia per il 152° anniversario della morte dell'ispiratore del Risorgimento nella piazza a lui intitolata.

Modena: “Patriota con l’Europa nel cuore”, la città ha ricordato il 152° anniversario della morte di Giuseppe Mazzini.

Modena ha ricordato il 152° anniversario della morte di Giuseppe Mazzini con una cerimonia nella piazza a lui dedicata, che vede al centro il busto in bronzo del patriota italiano protagonista e ispiratore del Risorgimento.

Durante la commemorazione, aperta dal presidente dell’associazione Mazziniana italiana di Modena Arrigo Guiglia, sono intervenuti il sindaco Gian Carlo Muzzarelli, il vice-presidente dell’associazione Mazziniana modenese Gian Carlo Venturelli; il presidente nazionale dell’Associazione Mazziniana Michele Finelli e il presidente del comitato di Modena dell’Istituto per la Storia del Risorgimento italiano Mariano Brandoli. La deposizione di una corona di fiori è avvenuta sulle note l’inno dell’Unione europea e dell’inno della Repubblica italiana.

“Giuseppe Mazzini per molti versi ha anticipato l’idea di Europa come oggi la conosciamo, e sicuramente per tutta la vita si è battuto perché l’Italia fosse una, repubblicana e democratica, un’attività che gli costò a più riprese prigione ed esilio. Le sue idee e la sua azione politica contribuirono in maniera decisiva alla nascita dello Stato unitario italiano e furono di grande importanza nella definizione dei moderni movimenti europei per l’affermazione della democrazia attraverso la forma repubblicana dello Stato”, ha commentato il sindaco Gian Carlo Muzzarelli ringraziando l’Associazione mazziniana italiana e l’Istituto per la Storia del Risorgimento italiano  promotori dell’iniziativa, insieme al circolo Mario Allegretti della Federazione italiana associazioni partigiane (Fiap) e la rivista “Il Panaro” per la collaborazione.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

“In questo delicato momento storico, con il continente europeo che da febbraio 2022 si è ritrovato la guerra in casa, non possiamo non ricordare che l’Unione Europea è il più grande esperimento di pace e democrazia del mondo contemporaneo e anche in una fase difficile come questa, bisogna che venga portata a compimento la strada che porta ad un’Europa unita”, ha affermato il sindaco sottolineando che “Europa unita significa più opportunità, pace, libertà di pensiero, di opinione, di commercio. Bisogna lavorare – ha continuato – per scongiurare la guerra mondiale e solo l’Unione Europea, che nasce con la vocazione della pace, può farlo. Ricordare un uomo come Mazzini con l’Europa nel cuore, un uomo di sogni, valori, progetti, ideali, è importante come e più di sempre”. 

Modena: "Patriota con l'Europa nel cuore", la città ha ricordato il 152° anniversario della morte di Giuseppe Mazzini.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×