Milano, schiaffi, pugni e colpi di cintura alla convivente: 41enne in carcere

Le violenze andavano avanti dal dicembre 2020

Milano, schiaffi, pugni e colpi di cintura alla convivente: 41enne in carcere.

La Polizia di Stato ha eseguito ieri l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Milano su richiesta dei Pubblici Ministeri della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano V Dipartimento, nei confronti di un cittadino italiano di 41 anni ritenuto responsabile di maltrattamenti ai danni della convivente.

L’accaduto

Secondo quanto ricostruito dagli agenti della 4 Sezione specializzata della Squadra Mobile, a partire dal dicembre 2020, l’uomo ha ripetutamente maltrattato la giovane compagna, insultandola, minacciandola e percuotendola con schiaffi e pugni, talvolta anche utilizzando una cintura, causandole delle lesioni documentate dalla donna per mezzo dello smartphone.

Le violenze e le umiliazioni sono terminate a luglio 2022 quando la donna ha trovato la forza, dopo un paio d’anni, di terminare la relazione con l’uomo denunciando quanto patito alla Polizia di Stato che ha immediatamente segnalato l’accaduto alla competente Procura della Repubblica.

Le prove

L’attività di indagine svolta dalla Squadra Mobile ha consentito di ricostruire i numerosi episodi denunciati dalla 30enne, acquisendo conferma di quanto patito dalla donna sia sentendo diversi testimoni che analizzando le foto e le chat che documentavano gli episodi segnalati dalla vittima.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...