Milano, innovazione tecnologica e trasformazione digitale: costituito il Board del Comune con la prima riunione alla presenza del Sindaco Sala

Coordinato da Layla Pavone, supporterà assessorati e direzioni nell’individuazione di soluzioni fondate su tecnologie e digitale

Milano, innovazione tecnologica e trasformazione digitale: costituito il Board del Comune con la prima riunione alla presenza del Sindaco Sala.

Si è riunito, per la prima volta, alla presenza del sindaco Giuseppe Sala il Board per l’innovazione tecnologica e trasformazione digitale del Comune.

Il Board riporterà direttamente al Sindaco e sarà coordinato da Layla Pavone, già Executive Board Member e Chief Innovation Marketing e Communication Officer di Digital Magics.
Ne fanno parte: Guido Arnone, Chief Technology Officer del Comune di Milano, Stefano Achermann, CEO BE Shaping the Future e Fondatore Associazione per Milano, Paolo Coppola, Consulente della Presidenza del Consiglio e del Ministero Innovazione Tecnologica e Transizione Digitale, Claudio Farina, Executive Vice President Digital Transformation & Technology SNAM, Paola Generali, Presidente Assintel (Associazione Nazionale Imprese ICT Confcommercio), Gioia Ghezzi, Presidente ATM e Presidente Milano Smart City Alliance (Assolombarda), Lorenzo Maternini, Co-Founder e Vice President Corporate Relation di Talent Garden, Donatella Sciuto, Prorettore Vicario Politecnico di Milano.

Il Board affiancherà l’Amministrazione comunale nell’individuazione di soluzioni fondate su tecnologie e digitale. In qualità di comitato consultivo, sarà di supporto e stimolo nello sviluppo delle strategie, dei progetti e degli investimenti che l’Amministrazione Comunale, anche in virtù delle opportunità offerte dal PNRR, compirà nei prossimi anni. Avrà allo stesso tempo un approccio ricettivo rispetto alle esigenze e alle necessità espresse dagli assessorati e dalle direzioni.

“La digitalizzazione deve essere amica della Pubblica Amministrazione e dei cittadini – ha dichiarato il Sindaco Giuseppe Sala -. È con questo proposito che nasce il Board: sia per facilitare il lavoro interno alla macchina comunale sia per rendere più efficace il rapporto con le persone. Infatti, la sfida principale è quella di far incontrare le capacità e le soluzioni che la tecnologia mette a disposizione con i bisogni della gente, per migliorarne la qualità di vita. Con il supporto del Board, Milano si impegnerà a cogliere le occasioni di crescita offerte dal PNRR, valorizzando trasformazione digitale e innovazione tecnologica quali strumenti strategici per ridurre le disuguaglianze“.

“Le attività e le soluzioni che si potranno individuare spaziano in tutti gli ambiti dell’Amministrazione della città – ha sottolineato Layla Pavone –. Intendiamo promuovere un’innovazione che sia alla portata di tutti, quindi inclusiva. Che sia utile a migliorare il rapporto fra i cittadini e il Comune di Milano e che sia sostenibile, quindi capace di generare un positivo impatto sociale. Crescere in innovazione e in trasformazione digitale non vuol dire solo aumentare la competitività della città, ma anche e soprattutto renderla più efficiente e solidale. In questo una grande occasione arriverà con i fondi del PNRR e con le opportunità che Milano dovrà saper cogliere e sviluppare”.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...