fbpx

Al via domani la campagna vaccinale nelle Marche

Una difesa, in particolare per le persone più fragili per età o per motivi di salute.

Al via domani la campagna vaccinale nelle Marche.

Parte oggi, 12 ottobre, la campagna vaccinale nelle Marche: anche quest’anno sarà possibile la co-somministrazione di vaccino anti-influenzale e anti-COVID19.

“La vaccinazione contro l’influenza è una difesa, in particolare per le persone più fragili per età o per motivi di salute – ribadisce l’assessore alla Sanità Filippo Saltamartinicontemporaneamente viene avviata anche la campagna anti-COVID19 con i vaccini aggiornati alle ultime varianti”.

Gli adulti possono vaccinarsi presso i Medici di Medicina Generale, i Servizi vaccinali della AST con prenotazione tramite CUP per il “vaccino anti-COVID19” e per l’anti-influenzale con accesso presso gli ambulatori vaccinali su appuntamento, e nelle farmacie aderenti alla campagna. I bambini possono invece rivolgersi ai Pediatri di Libera Scelta e presso i Servizi vaccinali delle AST con le stesse modalità degli adulti (non presso le farmacie).

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

La vaccinazione per ospiti ed operatori delle strutture residenziali per anziani sarà organizzata dai Distretti con la collaborazione dei Medici di base. Operatori sanitari dei presidi ospedalieri, i pazienti fragili, ospedalizzati o seguiti dalle strutture sanitarie per condizioni particolari (ad esempio diabetici, nefropatici, etc) saranno presi in carico nei Punti Vaccinali Ospedalieri (PVO).

“Le categorie per le quali le due vaccinazioni sono raccomandate sono quasi sovrapponibili: le persone di età pari o superiore a 60 anni, i soggetti fragili e i loro familiari o contatti stretti, ospiti delle strutture per anziani e lungodegenza, donne in gravidanza e post partum, operatori sanitari e socio-sanitari, per l’anti-influenzale sono previste anche alcune categorie di lavoratori come forze dell’ordine, vigili del fuoco, allevatori e donatori di sangue– prosegue l’assessoreè bene consultare il medico curante, che conosce la storia clinica del paziente”.

Il vaccino anti-influenzale è somministrato in una sola dose, due a distanza di un mese per i bambini al di sotto dei 9 anni che non siano mai stati vaccinati, con una iniezione intramuscolo sul braccio, ma per i più piccoli è disponibile anche lo spray nasale.

La campagna anti-covid prevede la somministrazione di vaccini mRNA Pfizer aggiornati alle ultime varianti anche per le nuove vaccinazioni: verrà data priorità alle categorie per le quali la vaccinazione è raccomandata. Il richiamo prevede una dose di vaccino con valenza 12 mesi. La somministrazione potrà avvenire a distanza di almeno 6 mesi dall’ultima dose o infezione diagnosticata in base alla Circolare del Ministero Salute del 27/9/2023.

vaccino

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×