Mantova, il Comune nel progetto “Forward Together – perché nessuno manchi” finalizzato al contrasto alla povertà educativa

Mantova, La Giunta del Comune di Mantova mercoledì 13 ha dato l’adesione del Comune di Mantova quale soggetto partner al progetto “Forward Together – perché nessuno manchi”, relativo all’Avviso pubblico dell’agenzia per la coesione territoriale, finalizzato all’avvio di una procedura selettiva per la concessione di contributi destinati alla realizzazione di progetti inerenti interventi socioeducativi strutturati per il contrasto alla povertà educativa.
L’adesione al progetto è in partnership, oltre al settore Servizi educativi e pubblica istruzione dell’ente, con Coop. Archè (capofila), Piano di Zona di Mantova, Associazione Sucar Drom, Istituto Comprensivo Mantova 1, Istituto Comprensivo Mantova 3, Piano di Zona di Suzzara, Istituto Comprensivo Suzzara, Coop. Chv, Piano di Zona di Asola, Comune di Castel Goffredo, Coop. Alcenero e l’Istituto Comprensivo di Castel Goffredo.
La progettualità, che coinvolge i partner e i servizi di Mantova, prevede in sintesi di potenziare l’offerta dei servizi educativi extrascolastici rivolti alla fascia 6-10 e alla fascia 11-14 anni (Istituti Comprensivi 1 e 3); avviare delle sperimentazioni legate all’outdoor education assieme a educatori, insegnanti, amministratori e altre figure, anche grazie alla collaborazione di una “esperta” che collabora con le principali esperienze di outdoor education nazionali; consolidare il rapporto tra scuola e servizi in un’ottica di rafforzamento e consolidamento del ruolo importante e delicato del formatore e dell’educatore.
L’adesione al progetto, quale soggetto partner, non comporta oneri a carico del Comune di Mantova.
La proposta progettuale “Forward Together – perché nessuno manchi” sarà della durata di 36/48 mesi. “Questo bando – ha commentato l’assessore alla Pubblica Istruzione Serena Pedrazzoli – è un’ottima risposta alle esigenze di molte famiglie. Proporre il doposcuola, un servizio erogato da personale altamente qualificato, è un valido servizio per i cittadini”.

Il Comune sostiene la candidatura dell’Istituto Comprensivo Mantova 1 ad un bando regionale per la prevenzione e il contrasto al fenomeno del bullismo e del cyberbullismo

La Giunta, inoltre, ha sostenuto la candidatura dell’Istituto Comprensivo “Luisa Levi” Mantova 1, quale scuola capofila, al bando regionale per la prevenzione ed il contrasto al fenomeno del bullismo e del cyberbullismo, indetto dall’ufficio scolastico regionale per la Lombardia, in collaborazione con la Regione, finalizzato alla costituzione di una rete di scopo provinciale di Mantova per gli anni scolastici 2020/2021 e 2021/2022.
L’Amministrazione comunale, infatti, condivide la finalità del progetto dell’Istituto che prevede di prevenire e contrastare il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo in tutte le sue manifestazioni, nonché di tutelare e valorizzare la crescita educativa, sociale e psicologica dei minori, proteggendo e sostenendo i soggetti più fragili.
Il Comune di Mantova, inoltre, condivide l’interesse e l’impegno delle scuole per attivare percorsi educativi che consentano di prevenire fenomeni di bullismo e cyberbullismo, di intervenire a supporto delle vittime e degli attori nonché di promuovere comportamenti corretti.
Il sostegno all’Istituto Comprensivo Mantova 1 non comporta oneri a carico del Comune di Mantova.
“La campagna antibullismo deve essere forte e sinergica, agendo in maniera efficace soprattutto nella sfera educativa – ha osservato l’assessore alla Pubblica Istruzione Serena Pedrazzoli -. Dobbiamo parlare ai e con i nostri ragazzi. Dobbiamo insegnare loro a non essere bulli ma soprattutto a non essere vittime affinchè non ci siano più prevaricatori. Il Comune si impegna a lavorare in questa direzione così importante per il futuro di tutti”.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...