fbpx
CAMBIA LINGUA

Vicenza: al via i lavori per realizzare più di sei chilometri di corsie ciclabili con 340 mila euro di fondi Pnrr

Assessore Spiller: "Un novità la condivisione tra auto e bici che ci permette di collegare in sicurezza i tratti di pista in prossimità del centro storico"

Vicenza: al via i lavori per realizzare più di sei chilometri di corsie ciclabili con 340 mila euro di fondi Pnrr.

“Le corsie ciclabili – spiega l’assessore con delega alla mobilità Cristiano Spiller – sono state introdotte dalle recenti modifiche del codice della strada e a Vicenza vengono realizzata per la prima volta. Questo tipo di interventi, che risultano indispensabili soprattutto in prossimità del centro storico dove è complesso realizzare piste ciclabili in sede propria, consentiranno di unire tratti di pista ciclabile ad oggi scollegati. Senza compromettere l’attuale dotazione di sosta, saranno predisposti tracciati che, tramite la segnaletica orizzontale, indicano un percorso sicuro per le biciclette. Poiché si tratta di sedi stradali di dimensioni contenute, la corsia ciclabile potrà essere utilizzata dalle auto quando non percorsa dalle bici. In questo modo con oltre 300 mila euro di fondi Pnrr andiamo a realizzare 6,3 chilometri di percorsi ciclabili in varie zone della città”.

Le vie interessate dai due stralci (il primo di 100 mila euro, il secondo di 243 mila) sono viale D’Alviano, via fratelli Bandiera, viale Rodolfi, via Ceccarini, via Legione Gallieno, viale Margherita,viale Mazzini, via Milano, contra’ San Bortolo, contra’ San Francesco, contra’ San Marco, contra’ Pusterla, Borgo Scroffa, viale Trieste, via Bonollo, contra’ del Quartiere, contra’ Porta Santa Croce, levà degli Angeli, piazzola San Giuseppe, contra’ Porton del Luzzo, contra’ Mure San Michele e contra’ della Piarda.

Vicenza: Al via i lavori per realizzare più di sei chilometri di corsie ciclabili con 340 mila euro di fondi Pnrr

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

L’avvio degli interventi è previsto il 19 luglio con, in prevalenza, lavori di tracciamento della segnaletica orizzontale per individuare sulla sede stradale un’area dedicata ai ciclisti che può essere valicabile dalle auto quando libera dalle due ruote. Nonostante l’ampiezza limitata della sede stradale, sarà infatti possibile predisporre uno spazio di “sicurezza” per i ciclisti.

Con l’occasione saranno create alcune “case avanzate” ai semafori come quelle già esistenti in via del Laghi o in strada Sant’Antonino: si tratta di aree di sicurezza dove i ciclisti, in arrivo da una pista ciclabile, sostano davanti agli altri veicoli ad un incrocio semaforico in modo che, allo scattare del verde, possano partire per primi in sicurezza. Per realizzare gli interventi saranno abbattute barriere architettoniche e adeguati i marciapiedi, le aiuole spartitraffico, i paletti dissuasori e le transenne.

I lavori, a cura del servizio Mobilità, Trasporti e Lavori Pubblici, per una durata complessiva di 120 giorni, saranno sviluppati per la gran parte durante il periodo estivo, per ridurre i disagi alla circolazione e nel rispetto delle scadenze imposte dal Pnrr. Sono previsti restringimenti, con possibili rallentamenti localizzati negli ambiti di progressivo intervento lungo ciascuna sta viaria.

Gli interventi sono finanziati dal Pnrr nell’ambito della missione 2, componente 2, investimento 4.1 per il rafforzamento della mobilità ciclistica e delle ciclovie urbane

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×